Letture per il fine settimana, 26-08-2017

26 agosto 2017Paolo Piergentili

Questo fin settimana ci occupiamo di Cina, impeachment di Trump, la dialettica fra Russia e Isrraele in Medio Oriente, Afganistan, ticket e turismo, l'operaio che verrà

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Letture per il fine settimana 12-08-2017

10 agosto 2017Costantino De Blasi

Ancora tensioni fra Corea del Nord e Stati Uniti, questa volta con toni da movimenti di truppe; intanto la Cina approva le nuove sanzioni a carico di Pyongyang. Risarcimenti per malpractice medica, il punto. Bonus cultura et similia. La guerra del tiramisù fra Veneto e Friuli

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il grafico della settimana, 09-08-17

9 agosto 2017davide mancino

In quali regioni italiane si fa più ricerca?

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Letture per il fine settimana, 04-08-2017

5 agosto 2017michele boldrin

Eccole, in ritardo ma con il caldo che fa magari vi rinfrescano il "boccolo" (come diceva mia madre buonanima).

Tenniste musulmane, a favore del basic income, la Cina bellicosa, la Corea del Nord pericolosa, argomenti USA a favore dell'immigrazione e, per chiudere, i Beati Paoli.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il grafico della settimana, 02-08-17

2 agosto 2017davide mancino

Un po' di memoria storica sul lavoro in Italia – soprattutto su quello femminile.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Letture per il fine settimana, 28-07-2017

Il grafico della settimana, 26-07-2017

26 luglio 2017davide mancino

Come sarebbero messi, i partiti, se si votasse oggi?

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Letture per il fine settimana, 21-07-2017

Il grafico della settimana, 19-07-2017

19 luglio 2017davide mancino

Ghepardi e lumache: un confronto sulla giustizia civile italiana.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il Dolce Stil Renzi, keynesiano offertista

19 luglio 2017Costantino De Blasi

Scegliere di commentare vicende politico-economiche, di questi tempi, è una jattura. A parte qualche raro momento di ilarità, comporta di dover spendere 9,99 euro per acquistare l'ultima fatica letteraria di Matteo Renzi alla ricerca di quelle due o tre affermazioni che diventeranno oggetto dell'imminente campagna elettorale. Cercando disperatamente fra le pagine tocca sorbirsi chilometri di storytelling e litri di inchiostro che raccontano, in varie declinazioni, quanto è stato bello e magnifico l'ex premier. Facendo uno sforzo si può dire che Renzi inventa un nuovo genere letterario - lo chiamerò il Dolce Stil Renzi - tutto incentrato sull'assunto secondo il quale "se tutti, ministri, Banca d'Italia, Commissione Europea, avessero avuto le mie qualità, l'Italia sarebbe il posto più bello del mondo in cui vivere e dalle fontane pubbliche non uscirebbe volgare acqua bensì scintillanti bollicine di prosecco millesimato". Una versione aggiornata e ristilizzata del "non mi hanno fatto governare" di berlusconiana memoria. Al nostro il plagio degli slogan viene decisamente bene.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE