Titolo

Cos'è un economista

1 commento (espandi tutti)

Ho letto con interesse le discussioni aperte da Bisin su più fronti e sono in buona sostanza d'accordo con lui. Nessuno pensa che un laureato in filosofia sia un flosofo, anche se poi alla fine magari nel linguaggio comune si dice che "siamo un po' tutti filosofi" oppure "psicologi" solo perché la vita e l'età ci hanno dato un po' di esperienza e saggezza.  E magari nessuno contesta, come fatto notare, queste auto-affermazioni di capacità filosofica o psicologica.

E magari si pensa che dopo 20 o 30 anni che si conduce il ménage domestico o aziendale (vncoli di bilancio) senza falire allora "siamo un po' tutti anche economisti".  Insomma siamo in presenza di concetti che sono "stirati" a fisarmonica, da una interpretazione estensiva ad una assai ristretta. Dove sta il giusto?

Beh, proprio il paragone con medico ci dice che quando diagnosi e cura sono importanti per la vita di una persona, dobbiamo avere un criterio per distinguere un Dr Dulcamara da uno vero, pur sapendo che anche quest'ultimo puo' sbagliare. Ed è solo con la ricerca continua ed il lavoro in team in ambienti appositi che si trovano e testano le innovazioni.

E qui si tratta di analizzare i malanni economici di nazioni che  in alcuni casi stanno pertano alla rovina interi popoli. Una scala molto piu' grande della cura medica dei singoli.

L'economia, maltrattata da decenni di mala politica, sotto l'egida della "supremazia della politica" ha bisogno di specialisti, di ricercatori e di un lavoro in team, non certo di singoli sedicenti tali al servizio delle idee politiche piu' bislacche.

Proprio per lo stato disastrato dell'economia in molte nazioni, è chiaro che oggi il consiglio o l'indicazione di un "economista" sono piu' importanti, richiesti  e determinanti di quelli di un autodefinitesi "filosofo". Quindi mi pare giusto che pur senza arrivare a definire un "ordine" ci sia chiarezza su cosa significhi veramente essere economista, evitando che chi non lo è seriamente millanti crediti che non ha, solo per fornire alibi a soluzioni politche errate.