Titolo

Cos'è un economista

6 commenti (espandi tutti)

Nash

alberto bisin 5/8/2013 - 12:57

Iodice, pero' sei veramente in malafede. A parte che ovviamente quando si categorizza si devono ammettere  eccezioni, cosa che naturalmente ho fatto anche esplicitamente perche' mi aspettavo  commenti come questo. Ma non riesci a fare di meglio? Mi prendi come esempio di eccezione un matematico di professione, che per piu' di 30 anni ha vissuto nella schizofrenia grave? Poveruomo, e' una eccezione a tutto. Fortunatamente la sua e' malattia rara; anche il suo genio e' raro purtroppo, ma questa e' questione diversa. 

Alla malafede non si risponde, quindi lascia stare, non trovare altri nomi ne' dire altre stupidaggini. 

PS no, avere un blog  non qualifica come economista, di solito. nemmeno se il blog e' religiosamente keynesiano. 

PPS si, Keynes era un economista. Ce ne sono stati e ce ne sono  altri. 

a) Non vedo cosa c'entri la malattia di Nash con il discorso.
b) "non trovare altri nomi ne' dire altre stupidaggini."
Nash non è l'unica notevole "eccezione". Ad esempio Kahneman altro Nobel. O Von Neumann che era un matematico. Mi dispiace dirglielo ma molti altri scienziati capiscono benissimo la sua materia pur non rientrando nella sua definizione di economista (ritagliata su lei stesso, diciamolo).
c) "avere un blog non qualifica come economista, di solito."
Io non sono un economista ma il blog è firmato anche da una economista (che più o meno corrisponde alla sua descrizione, visto che fa ricerca e ha un dottorato)
d) "nemmeno se il blog e' religiosamente keynesiano. "
E lei cos'è? Religiosamente Barriano-Ricardiano? Ben pochi dei suoi colleghi credano nell'equivalenza ricardiana eppure lei non ha esitato a rinfacciarla a Gawronski.

Credo che questi esempi, in realta', confermino il punto del post.

Nash e Von Neumann sono matematici, non si sono mai definiti economisti. Idem per Khaneman e Tversky, che sono psicologi. Vernon Smith, invece no, e' infatti un economista. Il fatto che Khaneman abbia avuto Nobel per economia (e che Tversky l'avrebbe pure avuto) significa niente, il premio va a chi contribuisce alla disciplina in modo determinante (come loro e come Nash), e questo possono farlo anche altri scienziati.

Di converso: il fatto che Gary Becker abbia scritto cose importanti su crimine e famiglia che sia i criminologi sia i sociologi usano non implica che Becker sia un criminologo o un sociologo della famiglia.

Come lo stesso prof. Bisin ha sottolineato, il suo è snobbismo. Il suo intento è separare l'economista accademico/ricercatore da coloro che conoscono la teoria economica e la applicano come consulenti di un governo o di un'azienda. Se deve parlare con Fassina vuole che non sia definito economista. Se interloquisce con Gawronski gli rinfaccia di non conoscere gli ultimi (dimostratisi piuttosto inutili peraltro) modelli prodotti dalla teoria e addirittura sostiene che Nessuno senza questa preparazione può nemmeno avvicinarsi ai lavori di ricerca moderni: semplicemente non sarebbe in grado di leggerli.

Suvvia, questa è una balla. Il famoso paper di R&R è stato debunkato da uno studente di economia ed è perfettamente alla portata della comprensione di un bravo ragioniere. Lo stesso dicasi per molti lavori empirici di Alesina. Se andiamo su qualcosa di più complicato, francamente, qualcuno può davvero credere che un DSGE sia incomprensibile a chi ha un poco di dimestichezza con la matematica di livello universitario? Forse è vero per i modelli finanziari più moderni, ma quelli anche la gran parte degli economisti teorici non li comprende, servono conoscenze matematiche specifiche e per la verità a costruirli di solito non sono neanche laureati in economia ma matematici e fisici, perché un economista non ha una preparazione matematica adeguata.

Per cui tutto questo snobbismo è del tutto ingiustificato. L'economista non capisce di economia necessariamente più di un matematico o di un fisico che vi si applichi. 

Infine, non si capisce perché un medico che prescrive l'aspirina lo si può chiamare medico e un laureato in economia che consiglia il governo non può essere un economista. 

è chi esercita la professione medica, come definita dalla legge. I medici che sono anche professori esercitano due professioni, connesse ma distinte. Il consulente del governo è un economista se ne presenta le caratteristiche professionali, altrimenti è probabilmente un funzionario laureato in economia.

Quindi...

Guido Iodice 7/8/2013 - 12:16

Beh vaglielo spiegare al governo inglese che uno che lavora al ministero del Tesoro non è un economista. http://www.civilservice.gov.uk/networks/ges/what-we-do