Titolo

Spesa in cibo, reddito e vulnerabilità alimentare

1 commento (espandi tutti)

Da biologo posso confermare che l'utilizzo (abuso?) di prefissi e nomignoli sono ormai piuttosto irritanti.

Riporto una domanda/risposta d'esempio sulla "validità" dei prodotti biologici (il grassetto è mio; anno 2008 ma non credo che le cose siano cambiate di molto):

Prodotti tipici e biologici danno garanzie in più?
«I prodotti tipici - DOP Denominazione di Origine Protetta, IGP Indicazione Geografica Protetta, STG Specialità Tradizionale Garantita - offrono ampie garanzie al consumatore: sull'origine e modalità di produzione e quindi su tutto il ciclo produttivo, i primi; sull'esperienza ed artigianalità della produzione i secondi e sul disciplinare di produzione i terzi. I prodotti biologici sono il frutto di una metodologia che differisce da quella normalmente utilizzata perché evita il ricorso a sostanze chimiche di sintesi o a forzature di produzione: è un procedimento che rispetta maggiormente l'ambiente ma che non prevede controlli analitici sul prodotto finale, a meno che questi non vengano "volontariamente" effettuati dal produttore o dal distributore».

(C.Cannella, prof.ordinario e direttore Scuola di Spec. Sc.dell’Alimentazione e dell’Ist.Sc.dell’Aliment. c/o "La Sapienza" di Roma)