Titolo

Spesa in cibo, reddito e vulnerabilità alimentare

2 commenti (espandi tutti)

Se fosse semplice come riportato qui, forse sarebbe il caso di pensare a nuovi modelli di distibuzione ed alla trasformazione di alcune filere:

Wikipedia Adnkronos Coldiretti

Del resto fino qualche decennio fa i kiwi erano una prerogativa neozelandese ed ora indovinate chi è il primo produttore mondiale?

Poi dovremo anche domandarci quali squilibri sono provocati dall'inserimento di colrture alloctone in un ecosistema... ma questa è un'altra storia.

Se fosse conveniente lo farebbero. Ha detto benissimo, quel che io cercavo di dire in termini scherzosi, Giandomenico Ciccone nel commento qui sopra. Lo riporto:

Quello che spesso si dimentica quando si discute di decrescita e km 0 è che c'è già un sistema di prezzi che informa gli agenti economici a proposito di cosa sia più o meno conveniente.

Per quanto riguarda l'incorporamento delle eseternalità date dall'inquinamento, possiamo discutere se le attuali tasse siano sufficienti o meno, ma questo è un altro discorso.