Titolo

Una nuova fase per nFA

3 commenti (espandi tutti)

Morire a trovare una forza politica che accenni timidamente alla Questione Romana....sul tema sono più timorosi non del Cavour ( che in confronto appare come un mangia preti ) ma anche di Bettino Ricasoli.
Anche le nuove formazioni politiche mi sembrano pervase da un neoguelfismo Giobertiano da tardo pensiero medievale.
E non venitemi a raccontare che questa anomala presenza non ha inciso sul progresso politico, civile, morale ed economico di questa nazione perché dimostrereste unicamente di essere in malafede.
Possibile che nessuno ha niente da dire ....tutti con lo zio prelato ?

per ragioni di famiglia che superano il mio controllo non ho zii prelati, dalle notizie che posseggo di zii viv, nessuno e' religioso.

la cosidetta questione "romana" e' un problema di civilta' e le capacita' di pressione e ricatto che uno stato straniero esercita sui governi italiani sono un dato fuor di dubbio, da questioni "nominate" etiche (in realta' di controllo) fino a questioni direttamente fiscali (i regimi di tassazione differenziali se uno apre un luogo di culto o un palestra di yoga.)

Al momento, con riluttanza considerevole, il mio avviso e' di dire nulla di programmatico. Evocare anche la questione implica una quantita' di discussioni con le persone religiose che detraggono dalla semplicita'. Pochi punti ma buoni, basta, per ora.

Già capisco...una quisquiglia : "Sopire, troncare, padre molto reverendo: troncare, sopire" (A. Manzoni, Promessi Sposi, cap. IX).