Titolo

Una nuova fase per nFA

1 commento (espandi tutti)

Andiamo!

Michele Rozzi 28/7/2012 - 12:57

Ragazzi, complimenti per l'iniziativa!

Spero che abbia un successo enorme, perché l'Italia ne ha davvero bisogno e al momento non vedo nessun altro che dia segno di aver capito e perciò anche le risposte che danno non risolvono i problemi più gravi.

 

Ci sono una serie di punti che mi vengono in mente e son partito dal punto di Michele, perché penso che se Fermare il declino crescerà, come spero, bisognerà rispondere in maniera convincente a chi fa domande legititme come quelle di Luca. Penso che Michele lo abbia fatto, per cui ottimo inizio!

 

Altri punti importanti importanti da afforntare sono:

i. Come raggiungere e parlare con la gente: qui vedo il rischio di fare come molti liberali, persone molto spesso preparate e convinte delle proprie idee, ma sopraffatte all'idea di doversi confrontare con la gente sui temi di merito. Qui sono convinto che ci voglia molta umiltà e voglia di sporcarsi le mani, ma sarebbe utile avere anche una strategia comunicativa

ii. L'onestà delle persone coinvolte e la mancanza di conflitti di interessi interni, essenziale per essere credibili - e sugli amici di NfA ho una grande fiducia, ma poi andrà gestita la crescita e la selezione di personale, se ci sarà

iii. La trasparenza: ho apprezzato molto il meccanismo pensato per gli auto-finanziamenti. Andando avanti potrebbero esserci sfide più sottili (e.g., come gestire i regali o le sponsorizzazioni?), per cui anche questo andrà pensato in ottica prospettica

iv. La padronanza del processo politico: nelle leggi il diavolo è nel dettaglio, per cui bisogna saperle leggere e scrivere, per evitare di avere effetti indesiderati, e - non c'è bisogno che lo dica io a degli economisti - bisogna guardare alla big picture in modo da conasiderare cosa succederà in pratica visti gli incentivi e disincentivi che si introducono vicino alla materia su cui si legifera, ma anche lontano. Una volta fatto questo, si dovrà scendere nell'arena politica, confrontarsi con gli altri partiti/politici, discutere, negoziare e forse anche fare compromessi. Su questi temi bisognerà attrezzarsie avere una linea

v. L'organizzazione interna, perché è importante prendere tutto l'entusiasmo che liniziativa genera e convogliarlo a fin di bene: se si crea una macchina in cui i singoli componenti sono soddisfatti e collaborano tra di loro, la macchina può diventare molto competitiva

vi. Le relazioni esterne: è essenziale gestire le relazioni con la stampa, la TV, l'opinione pubblica e internet e immagino che sarà un lavoro delicatissimo...

 

In bocca al lupo!