Titolo

Una nuova gestione dei commenti

1 commento (espandi tutti)

Sono sicuro che un sistema del genere porterà ad un miglioramento qualitativo. Ma c'è da tenere conto di alcune problematiche, le prime che mi vengono in mente sono le seguenti:

1- anche 10 commenti possono essere pochi se si considerano quegli utenti(quelli civili intendo) che affrontano discussioni multiple. Peggio ancora se queste discussioni multiple avvengono tra più articoli. A questo tipo di utenti sarà inevitabile il senso di fastidio che si porteranno appresso, e d'altra parte anche un certo imbarazzo credo, nel vedere utenti che in discussioni si bloccano all'improvviso per riprendere il giorno dopo.

2-Vengono disincentivati commenti con brevi frasi, come quelli per concordare del tipo "si, sono d'accordo con te che...". Questo tipo di commenti verranno disincentivati, le controparti della discussione invece non capiranno se l'utente con cui discutono sia d'accordo o meno. Questo porterà un pò di disagio, o perché li farà sentire come se avessero parlato con un muro, oppure non capiranno nemmeno se la controparte abbia letto o meno il suo commento.

3-le discussioni si allungheranno di molto. Non intendo la quantità assoluta, questa credo diminuirà. Ma la quantità rispetto al tempo. Siccome tutti sono vincolati nei commenti, questi verranno distribuiti in un arco temporale piu lungo, per cui oggi vedremo persone che commentano in modo molto attivo articoli di 2-3 settimane fa.

La soluzione alternativa mi sembra molto piu semplice. Innanzitutto avvertire gli utenti, in un apposita pagina delle regole, che se gli utenti seguono determinati comportamenti verranno penalizzati. La maggior parte dei comportamenti scorretti si basa sulla presunzione. Ad esempio tutti i commenti la cui risposta è breve ma inutile e sottintende solo dell'offesa, sono da segnalare\bannare. Se un utente dice "il mercato fa questo" e l'altro utente risponde "si e io vivo sulla luna :-)))) " senza argomentare, è pura trollaggine\presunzione; oppure se gli si risponde "si, credici." o le tipiche risposte aristocratiche "temo che lei non abbia capito nulla. Ma ahimè, lei è neoclassico, la capisco non si preoccupi" sono tutte prese per il culo indirette che non portano nulla alle argomentazioni.

Detto questo, una volta chiarito lo schema offensivo, cioè chi adotta comportamenti come descritti sopra, i redattori potranno selezionare gli utenti(civili) che commentano spesso, offrire loro dei pulsanti del tipo "segnala questo utente". Ovviamente l'utente scelto non deve essere pagato, accetterà di fare il moderatore per sua libera scelta, e non deve essere vincolato a leggere e commentare. Si comporterà come ha sempre fatto, leggerà gli articoli che gli pare e seguirà i commenti che gli pare. Semplicemente quando vedrà qualche commento inopportuno, lo segnalerà ai redattori. L'utente che accetta questo incarico volontariamente non ci perderà nulla, in quanto contribuisce a migliorare la gestione dei commenti del sito, con tutti i vantaggi che ne seguono, anche per lui stesso.

Poi c'è da tener conto anche che se i commenti degenerano, continueranno a degenerare, da una parte perché chi si comportava bene non lo farà in quanto gli gireranno i maroni, d'altra parte arriveranno altri troll che prima erano rimasti all'ombra. Se invece i commenti sono di ottima qualità, anche gli altri avranno incentivo a comportarsi meglio, un pò per il buon umore trasmesso, un pò perché i troll saranno in minoranza e quindi si autoescluderanno.

Ma ho già commentato troppo, la decisione è stata già presa. Come detto, sono sicuro che ci sarà un miglioramento qualitativo, ma a livello sociale la soluzione non è delle migliori. Così credo, vedremo come andrà.