Titolo

Sei anni di NFA. Una storia.

3 commenti (espandi tutti)

Il momento sembra felice. Il convegno è stato importante perché ha messo insieme diverse visioni e può rappresentare un modello per un dialogo serio nei prossimi mesi ed anni, se ce ne sarà la forza.

Boldrin a Ballarò non ha avuto moltissimo spazio, ma ha lasciato il segno un paio di volte, quando ha spiazzato Cota ed anche quando ha reagito alla petulanza della Costamagna: però il format impedisce un'esposizione pacata, occorrerebbe partecipare ad altre trasmissioni dove ci sia più spazio per ragionamenti efficaci (es. negativo, Alessandro Penati zittito da Mucchetti all'Infedele).

Rispetto all’ostracismo mediatico di qualche tempo fa, mi sembra un gran successo comunicativo la recente esposizione televisiva. Interventi anche brevi a Ballarò consentono di raggiungere 4 o 5 milioni di persone (cioè circa un elettore su 10) e di posizionarsi come autorità riconosciuta dal grande pubblico.

 

Ho trovato esemplare un intervento di Boldrin di ieri a Piazzapulita (quello a 1h:55m di questo video) sia perché ha potuto articolare un discorso di 7-8 minuti di fila, sia perché bastonando in modo equilibrato a destra e a manca si è posto come indipendente e super partes. Mi sembra uno schema comunicativo più efficace rispetto allo schema SDL (Sbrandellamento Di Lupi) che probabilmente allontana aprioristicamente tutta una fetta di ascoltatori/elettori di centrodestra.

Ibidem.

Ti do ragione.