Titolo

Sei anni di NFA. Una storia.

4 commenti (espandi tutti)

Auguri

axel bisignano 1/1/2015 - 00:54

rispolvero questo vecchio post di Sandro.

Lo rispolvero perche' il 2014 si chiude con un moto di speranza, anzi, un fuoco d'artificio! Un fuoco d'artificio di articoli come erano mesi, anzi ormai un annetto che non se ne vedevano piu su nfa! 

Credo di parlare a nome di tutti i lettori e collaboratori se dico che la cosa mi rallegra. Abbiamo tutti notato una perdita di smalto negli ultimi due anni. I motivi non interessano, preferisco guardare al futuro. Se la voce di noise si spegnesse, sarebbe, per quanto mi riguarda, una grave perdita.

come collaboratore mi impegno a continuare a dare il mio contributo e sollecito i lettori ad indicare eventuali tematiche che interessano, scrivendo alla redazione.

nel frattempo, auguro ai redattori ed ai lettori, per non dimenticare gli storici collaboratori, un fertile anno 2015.

mi associo al post e agli auguri

Grazie Axel e Marco per gli auguri. 

E grazie per l'impegno di tutti. Stiamo lavorando perche' il 2015 porti un nFA migliore e speriamo di riuscirci con l'aiuto di tutti, vecchi e nuovi.

Un abbraccio ed un augurio di buon anno a tutta la rumorosa comunita'. 

Grazie

andrea moro 1/1/2015 - 09:39

Grazie Axel, altrettanti auguri, e grazie per la collaborazione a te, ai collaboratori e a tutti i lettori.

Proprio ieri davo un'occhiata alle statistiche. Il numero di lettori che ci visita ogni mese e' quasi agli stessi livelli degli anni migliori (2011-12): poco sopra i 30 mila al mese in quel biennio, salvo un picco nei mesi attorno alle elezioni, circa 25mila recentemente.  La "perdita di smalto" si nota soprattutto nel calo del numero di visite e numero di pagine visitate  rispetto al picco del 2011-12: le sessioni si sono dimezzate (da circa 100mila a 50 mila circa al mese) ed il numero di pagine visitate da circa 300 mila a 100 mila al mese.

Interpreto questi dati (soprattutto quello degli utenti) con un discreto ottimismo. Il calo di pagine visitate ed il numero di visite sono dovuti in parte alla minore frequenza delle pubblicazioni (non ho i dati sottomano, ma credo sia evidente), in parte alle limitazioni nel numero di commenti introdotte nel Luglio 2012. Inoltre, il nuovo sistema, introdotto a fine 2011, consente di pubblicare commenti senza ricaricare la pagina, il che riduce le pagine visitate (lo scalino nel numero di pagine visitate per sessione da dicembre 2011 a gennaio 2012 e' evidente). 

Deduco da questi dati che la domanda esiste e che l'offerta non sa soddisfarla pienamente. Cercheremo di farlo al meglio delle nostre possibilita' ricordando ai lettori che lo facciamo nel tempo libero, o liberato da altri compiti e doveri professionali e personali.