Titolo

Quando e come si visita noisefromamerika

5 commenti (espandi tutti)


Ad esempio mi convince poco l'ipotesi di ricostruzione del comportamento dell'utente medio che non scrolla la pagina. Questi comportamenti in genere sono molto eterogenei ( ci saranno utenti del genere, ma quanto significativi nel totale? ). Oppure individuano problemi specifici dell'interfaccia del sito che si risolvono modificando l'interfaccia e non l'articolazione temporale dei contenuti.

E' un'ipotesi che spiega i dati, che potrebbero certamente essere avere altra causa. L'effetto "articolo pubblicato entro 24 ore" pero' e' statisticamente significativo. Sono d'accordo che un'altra soluzione potrebbe essere la modifica dell'interfaccia. Se dovessimo "provare" che la gente non scrolla, basta mettere due articoli a fianco, per esempio. 

 

Capisco i tuoi dubbi ma non ho le aspettative che hai tu, tempo e risorse per fare un'analisi seria non le ho, quindi ho preso semplicemente gli hits ad ogni singola pagina (salvati dal software xaraya, non dal server log) per fare un'analisi rozza ma interessante. 

Come ho tenuto conto del trend e' spiegato nell'articolo: hodrick-prescott e quadratico. Il primo dovrebbe tener conto della frequenza annuale delle stagioni. Del ciclo settimanale ne tiene conto il fatto che ho messo le dummies dei giorni settimanali. 

 

Ho poco tempo, la discussione è interessante, cmq velocemente:
- concordo con la pubblicazione regolare dei post, fidelizza meglio il lettore.
- per le statistiche consiglio vivamente google analytics ( http://www.google.com/intl/it/analytics/ ), facile da implementare e con reports molto dettagliati

per le statistiche consiglio vivamente google analytics ( http://www.google.com/intl/it/analytics/ ), facile da implementare e con reports molto dettagliati

Sicuramente è l'opzione più popolare ed è uno strumento piuttosto potente anche meglio di alcune alternative commerciali, anche se a certe condizioni che non tutti trovano soddisfacenti, per motivi di privacy in primis. Rientra nella cateogria di strumenti che utilizzano il page tagging che suggerivo anch'io per ottenere misure più utili. Rimane però la difficoltà per i gestori del sito di inserire il codice di tracciamento nelle pagine ( credo si debba operare a mano sul template in xaraya, il cms in uso attualmente ).

In alternativa, se si dispone dell'infrastruttura adatta, io di recente suggerisco anche l'uso di Piwik : open source e quindi customizzabile, free as in beer, e installabile sui propri server senza memorizzare i dati degli utenti del sito presso terzi. Se si vogliono fare analisi statistiche raffinate si ha il vantaggio di disporre dei dati tramite un database mysql direttamente accessibile, e un API ben documentata e potente. Una manna per chi vuole giocare un po' coi numeri.

che non tutti trovano soddisfacenti, per motivi di privacy in primis.

Facciamoci una ragione: con google tool bar o google chrome la privacy sta quasi a zero cmq.

Capisco i tuoi dubbi ma non ho le aspettative che hai tu, tempo e risorse per fare un'analisi seria non le ho, quindi ho preso semplicemente gli hits ad ogni singola pagina (salvati dal software xaraya, non dal server log) per fare un'analisi rozza ma interessante.

Da quanto ho letto nella documentazione di Xaraya si tratta di "page view" non de-duplicate per utente, né filtrate per gli accessi del traffico non visualizzato (dovrei vedere il codice per essere sicuro al 100%), quindi i miei dubbi aumentano, per quanto riguarda l'incertezza.

Incertezza che genera curiosità ulteriori, non intendo dire che le tue conclusioni siano da buttare. Ad esempio, con una congettura spannometrica, togliendo gli accessi degli spider dei motori di ricerca, è probabile che si tolga tanto "rumore di fondo" e le conclusioni cui giungi siano addirittura più significative. Anche se col page tagging io imposterei il problema in modo diverso grazie alle misure di engagement come il tempo passato sul sito e le visite per utente comprendenti uno o più articoli ( Ipotesi: c'è un ammontare di tempo da dedicare al sito per utente, quindi un effetto di sostituzione se si affolla di articoli per unità di tempo sopra a una certa soglia. Probabilmente tale soglia varia oltre che per utente, anche a seconda del contenuto del singolo pezzo e a seconda del contesto fuori dal sito, e potrebbe essere sensibile a modifiche strutturali del sito ).

Ho visto che ora, fra l'altro, in questa stessa pagina ci sono sia Clicky che Google Analytics, ma i dati raccolti si potranno elaborare solo d'ora in avanti. Se si riescono a recuperare i log si potrebbero comunque fare analisi più raffinate sul passato con altri strumenti, migliori del conteggio hits di Xaraya.

Ovviamente capisco che ci siano problemi di tempo a disposizione... mi candiderei volentieri a fornire il mio aiuto in versione "contributo volontario per sostenere noisefromamerika.org", ma ho un periodaccio per quanto riguarda il tempo riallocabile.