Titolo

Uno, nessuno, centomila nFA

3 commenti (espandi tutti)

Grazie innanzitutto dei complimenti e dell'apprezzamento, sia da parte degli autori che da parte dei commentatori, che fanno sempre piacere. Soprattutto fa piacere essere paragonati ai Velvet Underground. 

Il post sostanzialmente avanza tre suggerimenti per aumentare l'impatto del blog.  1) La gestione dei commenti. Ci stiamo pensando da molti mesi, purtroppo il tempo e le limitazioni di Xaraya, il software che gestisce i contenuti, ci prevengono dall'effettuare miglioramenti in modo rapido. Inoltre, graficamente il sito ha bisogno di una ripulita. Da un paio di mesi e' pronto il redesign del sito completato da un grafico professionista. Il nuovo design e' bellissimo e funzionale, ma vogliamo al contempo trasferire la gestione dei contenuti ad un software diverso che permetta di adottare in modo veloce funzionalita' piu' moderne. Abbiamo scelto di usare Drupal. Xaraya ha svolto il suo compito in modo piu' che onorevole, ma Drupal e' una piattaforma che piu' si presta ad adottare le idee che abbiamo per migliorare le funzionalita' del sito, in particolar modo la gestione dei commenti. Purtroppo, occorrera' aspettare ancora qualche settimana. La migrazione di un sito e' una cosa piuttosto complicata e se si accompagna al cambiamento del tema grafico, il lavoro e' doppio. Martino Piccinato, un fedele lettore esperto di drupal, ci ha gentilmente aiutati a migrare il database, ora e' al lavoro con la realizzazione del tema grafico creato dal designer. DOPO LA MIGRAZIONE procederemo col migliorare la gestione dei commenti, che comportera', per i curiosi - ajax-ificazione del caricamento dei commenti, feature richiesta da molti lettori, che dovrebbe semplificare il caricamento delle pagine con molti commenti [questa feature potrebbe essere implementata assieme alla migrazione] - introduzione di un sistema di moderazione commenti simile a quello descritto nel post. I dettagli non sono importanti, basti sapere che l'obiettivo principale e' di rendere possibile al lettore interessato poter selezionare solo i commenti piu' interessanti di ogni post. Il sistema di moderazione sara' semplice. Non ci e' ancora chiaro se a moderare debbano essere un sottoinsieme di lettori fidati, o tutti i lettori. Per un po' di tempo sperimenteremo varie soluzioni. Abbiamo pensato anche ad un sistema di visualizzazione a tre livelli: (a) tutti i commenti (b) commenti raccomandati dai lettori (c) commenti segnalati dai redattori. I dettagli andranno sperimentati, ed in ogni caso tutto questo verra' implementato DOPO che la migrazione sara' stata effettua con successo ed i vari bugs saranno stati corretti.  2) Fondazione e Research Assistant. La fondazione e' nata, esiste ed ha in programma varie cose. Ne abbiamo parlato internamente a Siena, e certamente fra le idee c'e' quella di assumere un research assistant con un ruolo simile a quello da voi indicato. I fondi raccolti dovrebbero bastare, se si ripetono annualmente, a finanziare un assistente a tempo pieno o quasi, che non e' poco. Ci arriveremo, ma anche per questo ci vorra' un po' di pazienza. 3) Linguaggio: a noi il  linguaggio piace ed ha contribuito alla popolarita' del sito. Non credo sara' necessario fare grosse modifiche. In ogni caso non c'e' nessuna direttiva che impone nessun tipo di linguaggio. Lo stile di scrittura e' in un certo senso endogeno: noisefromamerika e' il sito dove si scrive di economia in questo modo, e seleziona autori a cui piace questo stile. 

 

In merito al punto 3), su cui molti lettori stanno discutendo, vorrei dire solo una cosa: per carità!!! Il linguaggio è uno dei segni distintivi del blog noisefromamerika! Capisco le argomentazioni di Alessio Moro e Marcello Miccoli, ma è come dire a Totò di non parlare napoletano oppure a Benigni di non parlare toscano! Il linguaggio spesso è anche sostanza, e credo che ciò valga anche per questo blog. Anzi ritengo che il linguaggio diretto utilizzato dai redattori sia uno degli elementi fondamentali per combattere il "perbenismo piccolo-borghese" catto-fascista e catto-comunista che infesta l'Italia da circa un secolo. Non dimentichiamo, infatti, che anche Dante aveva suscitato "scandalo" con le sue espressioni poco auliche presenti nella divina commedia. Il linguaggio è parte essenziale del messaggio! Alessio e Marco nel loro post affermano che "l'Italia non è l'Amerika", e questo è vero; ma se la maggioranza degli italiani iniziasse a riscoprire le sue vere radici leggendo i "suoi" grandi del passato, già sarebbe un buon inizio. L'Italia non è sempre stata perbenista...

"Per l'argine sinistro volta dienno;
ma prima avea ciascun la lingua stretta
coi denti, verso lor duca, per cenno;

ed elli avea del cul fatto trombetta." (Divina commedia, Inferno canto XXI 136-139)

Non c'è miglior verso per descrivere le sciocchezze di politica economica (e non solo) che in questi mesi abbiamo dovuto ascoltare dai nostri politici! Il linguaggio è sostanza!
Oggi forse Dante scriverebbe su noisefromamerika! :))
Vi auguro tutto il successo che ha avuto la Divina Commedia! E nel mio piccolo cercherò di aiutarvi!

 

 

Sulla moderazione dei commenti si potrebbe pensare ad un sistema di voto pesato.
Mi spiego:

1) bisogna creare 3 livelli di utenza come segue:
1.a) Redattori (per intenderci quelli che "non devono chiedere per pubblicare un articolo": Boldrin, Bisin, Moro, Zanella, Rustichini...)
1.b) Utenti scelti o power user (quelli ritenuti maggiormente competenti dalla categoria precedente e che magari scrivono anche articoli, solo su approvazione sempre della categoria precedente)
1.c) Utenti normali, postano solo commenti

2) dare un peso alla valutazione di ciascuna di queste 3 categorie: per es
2.a) 20 punti ai redattori
2.b) 5 ai power user
2.c) un solo punticino agli utenti normali

così il voto rispecchia un po meglio le competenze di chi lo esprime

3) Inoltre aggiungerei un indicatore incrementale basato sulle valutazioni che ciascun utente ha ottenuto nei vari commenti da lui espressi (un po come per yahoo answers)., tra l'altro con una buona formula matematica si potrebbe legare questa valutazione al punto 2

4) il lucchetto per bloccare i rami morti della discussione, così da lì in poi si finisce di trollare.

5) personalmente mi piacerebbe molto che chi scrive un articolo dopo un certo periodo pubblicasse anche un update in base ai commenti dei lettori: magari qualche cosa non è chiara in maniera abbastanza comune a molti lettori, oppure dal dibattito sul forum sono emerse conclusioni che completerebbero meglio l'articolo. Questo lo chiedo perché certi articoli mi interessano e ne seguo anche tutti i commenti comprendendoli, mentre altri, vuoi per mancanza di tempo, vuoi perché troppo tecnici e fare l'economista non è il mio mestiere, non riesco a seguire l'evolversi della discussione e visto che tra i commenti c'è secondo me il 60% del valore dell'intero post, sarebbe bello avere un riassunto delle novità emerse dalla discussione.

6) la pubblicità avete in mente di inserirla? Lo chiedo perchè per esperienza professionale i banners sul web iniziano a pagare bene.

Queste sono le mie idee, scusate se mi sono espresso come se fosse un foglio di lavoro ma sono abituato così :)