Titolo

Uno, nessuno, centomila nFA

3 commenti (espandi tutti)

Una breve precisazione sul linguaggio prima di rilanciare il dibattito, visto che la maggior parte dei commenti riguarda questo punto. Il nostro suggerimento non era un'esortazione a scrivere in uno stile più pesante e convoluto, quanto semplicemente un consiglio ad eliminare l'aria canzonatoria di alcuni commenti.

La leggerezza dello stile non ha nulla a che fare con questo. Questa non deve cambiare perché aiuta la comprensione del messaggio e fa vedere appunto che il Re (tutte le fonti che si riempono la bocca con parole vuote) è nudo. E come anche noi pensiamo, questa è una forza di nFA.

In una visione più generale il problema secondo noi è il mismatch obiettivo/linguaggio. Se l'obiettivo è influenzare il dibattito economico in Italia, o addirittura i policy-makers (!), ci sembra purtroppo che il registro debba essere "impersonale" (per assenza di una definizione migliore) perché altrimenti si corre il rischio di non venire letti. Questo non significa, come dicevamo sopra, che lo stile debba essere convoluto, può essere semplice e leggero, ma sarebbe meglio evitare sfottò tipo "il ragioniere dai calzini a pois", perché comunque non aggiungono nulla al concetto e fan si che alcuni potenziali lettori non diventino tali.

Ovvio che per tutti sarebbe meno divertente, ma secondo noi allargherebbe l'influenza del blog e sarebbe una cosa positiva a livello sociale. Ben vengano comunque tutte le opinioni, visto che nFA è qualcosa di diverso per ognuno di noi.

a. e m.

sarebbe meglio evitare sfottò tipo "il ragioniere dai calzini a pois",

Anche quando uno li porta davvero i calzini (gialli) a pois (verdi)?

:-)

P.S. Questa è una battuta. La vostra osservazione richiede una risposta seria, che se ho un attimo preparerò. 

Temi: il realismo canzonatorio come arma di autodifesa nell'epoca del cambiamento impossibile. Un risotto li sepellirà, ma niente e mai libererà il paese da costoro perché SONO il paese. Gli intellettuali hanno sempre voluto cambiare il mondo senza averlo capito: è tempo di cominciare a capirlo, per il resto vediamo dopo ...

Se proprio si vogliono moderare i toni andrebbe prevista una sezione in cui far sfogare i redattori, per non perdere una delle cose che fan belle nFA

Io stesso quando vedo nella sezione "ultimi commenti" un fitto scambio di Michele Boldrin mi fiondo a leggere velocissimo.

O ha trovato qualcuno con cui discutere "seriamente" e allora c'è da imparare.

Oppure ha trovato un troll e allora il divertimento, a spese del troll, è assicurato :D