Titolo

Modesta proposta a Bersani sui costi della politica

1 commento (espandi tutti)

Per chi è meno addentro questi misteri, ciò significa che tutto quanto spende per l'enforcement dei suoi crediti abbatte il reddito d'impresa e l'imposta diretta.

Ricordo che negli anni 90 conobbi un romagnolo che aveva un'industria di gelati, questi quando andava in Germania andava nei "club" dove alla fine gli rilasciavano anche regolare fattura per i "servizi resi", lui la fattura se la portava regolarmente in detrazione, e ridendo affermava che era un "godimento doppio", visto che poi se lo scalava dalle tasse. Ecco, se dovessi pensare a un costo non connesso all'attività produttiva, penserei a quello, mai che pago qualcuno, "tanto me lo detraggo". Ma so che lei è un avvocato, e non intendo essere offensivo, ho sempre bene in mente che dall'avvocato si dovrebbe andare prima, e mai dopo a frittata fatta. In quel caso pago volentieri una consulenza prima di combinare macelli, questo per dire che ho molto rispetto per la professione forense, la vorrei solo più concorrenziale. Per me questa discussione termina qua, nel senso che abbiamo posizioni diverse su questo punto.

Concordo con lei totalmente sul secondo punto del suo post:

ha senso il mantenimento di una sezione distaccata di Tribunale, con i maggiori costi che esso comporta rispetto all'accentramento presso il Tribunale metropolitano? Non ha mai valutato la convenienza di una campagna per la soppressione delle sezioni distaccate di tribunale? si dice che molte realtà locali siano interessate a mantenerle, ma mi pare che proprio gli imprenditori dovrebbero assumere un ruolo propulsivo per ua riorganizzazione territoriale delle sedi giudiziarie.

solo che oggi si chiedono ai piccoli imprenditori troppe cose, ma questa è una battaglia che andrebbe veramente fatta. Ho ancora i brividi addosso per la "mastellata" del tribunale di giugliano, che fortunatamente non è ancora giunta a compimento, comunque su questo "I totally agree".