Titolo

L'unità e la dis-unità d'Italia. Dialogo. (I)

2 commenti (espandi tutti)

Mi spiace viceversa che un commento dichiarato espressamente come aneddoto di minima esprerienza personale e quindi privo nelle intenzioni e nella sua espressione di alcun intento contestativo di alcuna tesi.

Io lo avevo interpretato come contestativo della mia tesi e per quel motivo ho puntualizzato che era in grave disaccordo con i dati empirici e pertanto fuorviante.  Mi scuso per la mia reattivita' che comunque considero spesso giustificata dato il tipo di contestazioni che piu' volte i miei argomenti ricevono.

Io lo avevo interpretato come contestativo della mia tesi e per quel motivo ho puntualizzato che era in grave disaccordo con i dati empirici e pertanto fuorviante.  Mi scuso per la mia reattivita' che comunque considero spesso giustificata dato il tipo di contestazioni che piu' volte i miei argomenti ricevono.

Apprezzo il tuo intervento ma in ogni caso per me non c'era alcun problema. Se permetti l'intrusione, la mia osservaione espressa nel precedente commento, si riferiva anche a questo. Quando vengo sul sito leggo tutto commenti compresi e temo che tu abbia una sensibilità un pò troppo marcata che rischia di generare risposte non particolarmente felici. Grazie di nuovo comunque. Ed anche per la passione e la competenza che metti a sostegno di tesi che a me, legittimamente, possono non piacere.