Titolo

L'unità e la dis-unità d'Italia. Dialogo. (I)

1 commento (espandi tutti)

 

Le stime descrivono la situazione a partire dal 1891 e non appena si misura il reddito del Veneto aumenta piu' della media italiana.

Il Veneto nel 1891 aveva un PIL inferiore del 20% alla media Italiana. Solo Calabria, Abruzzi e Basilicata erano più poveri.

Quindi se il veneto cresceva ad un ritmo superiore alla media italiana anche sotto gli asburgo, era ancora più povero e non devo esser certo io a spiegarti che quando si parte da livelli bassi è facile avere tassi di crescita più alti. Ma queste sono ipotesi, i dati dicono che il veneto nel 1891 è una regione povera, il veneto diviene una regione ricca solo nel dopoguerra molto tempo dopo gli asburgo.

Tu dici che questo avviene nonostante lo stato unitario e grazie all'eredità asburgica, ma non porti uno straccio di prova solo studi che indicano correlazioni ma non causalità. ti viene fatto notare , e non solo da me, e tu as usual "sbarelli" (se mai consumo i polpastrelli visto che quando scrivo solitamente sono in silenzio)

la colpa è mia che mi ostino a cercare un dialogo con chi corre ancora dietro alle ideologie.

Beh, buona continuazione e buona lettura di Putnam.