Titolo

Testimonianza "idraulica" sull'alluvione a Vicenza

6 commenti (espandi tutti)

Politica vs Scienza

Igor 10/11/2010 - 22:05

Tu scrivi

fu avviata la lottizzazione contro più pareri negativi del Genio Civile

questo mi pare il punto chiave.

La politica fa delle scelte per certi scopi piu' o meno confessabili che vanno contro i pareri scientifici e chi ne paga le conseguenze sono i cittadini sia quelli direttamente coinvolti che gli altri che devono pagare i danni tramite le tasse.

La domanda e' se in questi casi il parere scientifico non dovrebbe esser vincolante.

Ovviamente l'economia non e' una scienza e quindi puo' esser ignorata ;-)

 


La domanda e' se in questi casi il parere scientifico non dovrebbe esser vincolante.

Assumendo che sia possibile definire cosa sia scienza e cosa no, basterebbe che gli elettori preferissero "candidati che seguono i pareri scientifici" a "candidati che non seguono i pareri scientifici".

Certamente distinguerli ha un costo in tempo e capacità. Ma se invece di fare raccolte firme si organizzassero raccolte fondi, finanziando ricerche i cui risultati aiuterebbero gli elettori nella scelta, non sarebbe male.

La domanda e' se in questi casi il parere scientifico non dovrebbe esser vincolante

Ricadiamo sul problema di leggi/regole/norme.

Sì, credo proprio che quei pareri non fossero vincolanti (ma dovrei recuparare i documenti all'archivio di stato). Per questo parlo di (sotto)specie di abusivismo... in sostanza, andando a spulciare, le cose magari sono "regolari"... però le vecchie mappe idrogeologiche parlano chiaro: quella zona sulla sinistra orografica era una golena, quella a destra era zona agricola e in piccola parte residenziale. In seguito alle vicende il comune di Vicenza non ha potuto far altro che dichiarare area golenale (che, se vogliamo, ha una sottile differenza rispetto al termine golena) parte della zona agricola e residenziale (già edificata) con relativa perdita di valore dei terreni e degli edifici. Ovviamente poi non c'è stata un'immediata riduzione dell'ICI, ma ci siamo dovuti muovere noi contestando il pagamento relativo ad un valore più alto rispetto al nuovo ed ottenendo la riduzione solo di recente (poco prima dell'eliminazione!).

Purtroppo, molto più tardi sono arrivate diverse regole/procedure come la V.I.A. che se ben ricordo è stata introdotta in Europa solo nel 1985 e applicata solo dal 1986 in poi.

Qui in Veneto, o meglio nella provincia sud di Padova, il clientelismo non permette di ascoltare nè gli "esperti" nè le proposte di semplice buon senso.

beh, mica solo in veneto

immagino che il fenomeno possa essere diffuso, ma lo osservo direttamente solo in veneto