Titolo

Perché il DDL Gelmini non è (era?) tutto da buttar via

1 commento (espandi tutti)

Oltre a questo non sarebbe meglio progettare i corsi di laurea a partire dalle competenze richieste dal mondo del lavoro non in base alle lotte politiche interne alle università. Come se invece di progettare una nuova auto fossimo ancora a dare, ad ogni riforma, una rinfrescatina ad una duna. L'intuizione che può avere un buon professore che fa consulenza non sostituisce lo studio delle competenze richieste dal mondo del lavoro tramite interviste estensive seguite magari da questionari. E università vicine potrebbero fare le indagini assieme perché più o meno la regione è la stessa. E le aziende collaborerebbero sarebbero più che contente di lavorare per avere laureati che rispondano di più ai loro bisogni.

Sono cose note che poche università fanno.