Titolo

Perché il DDL Gelmini non è (era?) tutto da buttar via

9 commenti (espandi tutti)

Perchè no? E' un caso che i premi nobel abbiano H index > 20 e medio ~ 40? E' un caso che i redattori di del blog abbiano H index > 10?

vedi la relazione preparata dal gruppo di lavoro dell'International Mathematical Union, in collaborazione con l'Institute of Mathematical Statistics e l'International Council of Industrial and Applied Mathematics, che si trova al seguente indirizzo: http://www.mathunion.org/fileadmin/IMU/Report/CitationStatistics.pdf La relazione e' stata preparata da uomini che hanno una dimestichezza non occasionale con i numeri: sono professionisti dei numeri

Perchè no? E' un caso che i premi nobel abbiano H index > 20 e medio ~ 40? E' un caso che i redattori di del blog abbiano H index > 10? Si possono fare correzioni che tengano in considerazione l'età, la popolazione delle comunità scientifiche etc. ma non vedo per quali motivi non si potrebbe costruire una metrica oggettiva. Mi sembra un'affermazione aprioristica.

vedi (le numerose fonti citate nel)la discussione gia' svolta su questo sito (dice il Poeta: ``qualcosa rifluisce, e torna al proprio punto di partenza, perche' nulla va perduto'')

 

Solo una curiosita': che h-index hanno quegli uomini che possiedono una grande dimestichezza con i numeri?

A me, che comunque sono un mero fisico teorico, interessa che abbiano dimestichezza con i concetti matematici. E questo basti a qualificarli.

RR

Si, lo so... La mia era una più che altro una provocazione. Questo perchè spesso i numeri si girano dalla parte dove conviene. Pertanto mi aspetto che chi ha un alto h-index spinga in quel senso, chi invece ha un basso h-index spinga ovviamente per altri tipi di "numeri" in cui si sentono meno penalizzati.

La fantasia "baronale" (chiamiamola così) nel saper assecondare i numeri e le formule al proprio intreresse è proverbiale.

Detto questo, ben vengano dei tentativi e delle proposte di quantificare il merito, data la scarsa capacità mostrata in passato dalla categoria. Almeno è un inizio. Il rischio è che poi si leghi troppo la produttività a questi fattori, condizionando troppo le scelte sul "cosa fare" e "dove pubblicare" e, in definitiva, con chi collaborare (questo almeno in campo scientifico). Pertanto eviterei di dare un valore "assoluto" a cose tipo h-index, anche se dovrebbero essere considerate (e con un buon peso) nella valutazione meritocratica.

Non dimentichiamoci poi che questi h-index variano moltissimo da disciplina a disciplina. In biologia, epr es., non è difficile trovare giornali con impact-factor superiore a 20...

Non dimentichiamoci poi che questi h-index variano moltissimo da disciplina a disciplina.

 

Questi sono problemi facilmente superabili con opportune correzioni agli indici, come ho detto sopra, vedi p. es. qui. In realtà c'è in atto una mobilitazine di chi vuol mantenere il proprio potere discrezionale e preme perchè i cambiamenti siano gattopardeschi.

In realtà c'è in atto una mobilitazine di chi vuol mantenere il proprio potere discrezionale e preme perchè i cambiamenti siano gattopardeschi.

o forse la mobilitazione e' degli amministratori delegati delle ditte che fabbricano questi indici?

Ad ogni modo, se mi stai accusando di far parte di una mobilitazione gattopardesca come la descrivi tu, firmati con tutte le tue generalita' e daro' subito mandato al mio avvocato di adire le vie legali.

Se invece non mi accusi di questo, sarebbe meglio discutere nel merito invece di lanciare accuse infamanti non si sa bene a chi. Sembra di stare in guerra: se non sei con me sei contro di me, se non sei a favore dell'uso dell'impact factor allora sei a favore di un abuso di potere a fini clientelari e disonesti, ecc. Basta. Questa mi sembra una tattica di pressione psicologica pianificata a tavolino. Puo' funzionare sui giornali o in una trasmissione televisiva, ma non funziona su questo sito.

 

Ad ogni modo, se mi stai accusando di far parte di una mobilitazione gattopardesca come la descrivi tu, firmati con tutte le tue generalita' e daro' subito mandato al mio avvocato di adire le vie legali.

E 'sti cazzi!

A parte che m'importa sega delle minacce, chi ti ha detto che mi riferivo a te, che manco ti conosco, o a qualcun'altro di nFA? La tua reazione parossistica e autoreferenziale mi induce a pensare che o hai qualche disturbo istrionico della personalità o hai la coda di paglia. In ogni caso hai un problema.

Bon, tenetevi le vostre belle commissioni and good luck. Beam me up, Scotty.

Beam me up, Scotty.

Tipica reazione da ossessionato-nFA contro chi esprime posizioni non allineate all'ideologia "ufficiale".

Poi si spendono MB a scrivere sul come e sul perchè l'Italia è messa male.

RR

Scusate, ma non capisco tutte queste polemiche. Questo e' un luogo di discussione (le decisioni vengon prese altrove) pertanto dovrebbe essere chiaro che tutte le opinioni sono basate sulla buona fede.

Non penso ci sia alcun complotto pro o contro gli indici bibliometrici. Questi sono solo uno strumento (proabilmente ancora molto imperfetto); per alcuni utilizzi possono essere adeguati (p.es. per valutazioni aggregate o per scremare i casi da valutare in maniera analitica), per altri utilizzi sembrano a molti ancora troppo grezzi.