Titolo

Piove sul bagnato...

3 commenti (espandi tutti)

I crediti ipotecari, infatti, sono passati di mano così tante volte che molte delle banche che hanno chiesto alle corti di procedere alla vendita, non sono state in grado di dimostrare adeguatamente la titolarità del loro credito e quindi del diritto a vendere la proprietà ipotecata.

ma in pratica se il problema è la titolarità del credito a me pare che più che un problema di esecuzione in Italia sarebbe un problema di titolo esecutivo ossia in sostanza sarebbe relativo alla prova per ottenere il DI. 

 

Un dubbio però mi assale: la banca cessionaria del mutuo può procedere ad esecuzione   in base all'atto pubblico originariamente stipulato dalla banca dante causa ex 474 c.p.c. quale successore a titolo particolare (sembrerebbe di sì, Cass. 9195/95) o necessita di un titolo autonomo come un DI?  se può procedere in forza del titolo del suo dante causa il problema della prova della cessione in Italia di rileva solo se il debitore propone opposizione all'esecuzione, giusto?

non ho capito bene la questione che poni, comunque, in caso di cessione del credito garantito da ipoteca, la regola è data dall'art. 2843 c.c. per il quale:

La trasmissione o il vincolo dell'ipoteca per cessione, surrogazione, pegno, postergazione di grado del credito ipotecario, nonché per sequestro, pignoramento o assegnazione del credito medesimo si deve annotare in margine all'iscrizione dell'ipoteca.

L'annotazione a margine avviene in forza di atto pubblico, scrittura privata autenticata o provvedimento del giudice, quindi non si pone nessun problema di prova della titolarità del credito ed il nuovo creditore può agire direttamente in forza del titolo originale, senza bisogno di nessun provvedimento del giudice, dato che un titolo esecutivo c'è già.

La cessione può ovviamente avvenire anche per semplice scrittura privata, ma in questo caso, dato che non avviene l'annotazione a margine dlel'ipoteca, si perde la priorità data dall'ipoteca.

Nel caso di cartolarizzazioni, cioè cessioni in blocco di crediti ipotecari, dato il numero rilevante dei crediti ceduti, la pubblicità viene effettuata attraverso pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. Insomma, in un modo o nell'altro, c'è modo di risalire al creditore. 



Se la cessione avviene tramite scrittura privata, è verosimile che il cedente - conservando la titolarità dell'ipoteca - assuma l'impegno di "gestire" il credito nell'interesse del cessionario. Clausole di questo contenuto si trovano nei contratti di cessione dei crediti d'impresa, ma potrebbero avere uso generale.