Titolo

C'è chi vince la Coppa del Mondo

5 commenti (espandi tutti)

Adesso il marxistasraffiankeynesioide è pure entrato nel ''gotha'' (?) bocconiano. povera Italia...

http://www.emilianobrancaccio.it/wp-content/uploads/2011/04/seminario-bocconi-250511.pdf

 

 

 

 

Meglio non commentare ...

Sarei curioso di sentire la discussione ...

Difficile definirlo marxista. Forse è anche più ''pericoloso'' perché rischia più facilmente una deriva ''nazionalista'' o comunque da Europa ''fortezza''. Per quello che ho capito se ne frega del valore-lavoro ed è protezionista. Ho pure seguito un suo seminario. Spiegava il modello di von neumann. Anche bene, credo, o almeno sembrava molto sicuro. Poi si è messo a fare un discorso su certi modelli alla Steedmann (?) e ha messo in mezzo il discorso del protezionismo. Gli ho detto che non conosco questo Steedmann e che lui era l'unico italiano a invocare il protezionismo. E lui mi ha tirato fuori... Modigliani!? ha detto che persino Modigliani in una certa fase fu protezionista. Ma sarà vero? A me non risulta.

Comunque il suo sito lo seguo abbastanza. Mi piacciono soprattutto i duetti che fa con Oscar Giannino su radio 24. Per esempio questo sui repubblicani americani:

http://www.emilianobrancaccio.it/2011/04/11/la-guerra-al-debito-americano/

Ho cercato ma non ho trovato i dati OCSE che cita sulla mobilità sociale in USA.  

Secondo te non è marxista? guarda che chicca ti ho trovato. Sentilo in questo seminario alla LUISS (!!!!!) e poi mi dici: http://www.youtube.com/watch?v=p-gxfT00swc. Marxista, nemico dell'individualismo metodologico e critico del liberalismo. A me da' i brividi.

 

 

 

 

Esagerato... non sono mica tutti trinariciuti di ritorno i critici dell'individualismo metodologico e del liberalismo... e comunque continuo a pensare che la definizione di ''marxista'' sia inesatta. Se uno non usa il valore-lavoro non lo è. E poi Marx era per il libero scambio e considerava il protezionismo una specie di ''freno'' al corso della storia.