Titolo

Disoccupazione al 15,8%

2 commenti (espandi tutti)

Be', e chi impedisce ai cassintegrati di cercare un nuovo lavoro? A me la CIG pare una forma di sussidio di disoccupazione.

Credo proprio sia la legge. Mentre un sussidio di disoccupazione lo puoi prendere solo a condizione che cerchi lavoro, la CIG la puoi prendere a condizione che non lo fai. Se cerchi e trovi un lavoro perdi la CIG (ma qui la cosa e' come con il sussidio) ma perdi anche l lavoro che avevi garantito. In sostanza, quello che conta e' che la CIG non da' alcun incentivo ad accettare un lavoro che ha un salario minore del lavoro al quale sei "attaccato". Il sussidio, al contrario, quando e' a termine o decrescente nel tempo (come lo sono tutti), da incentivi ad accettare qualsiasi lavoro oltre un salario di riserva che certo non puo' essere piu' alto del salario che avevi dal lavoro perso. Ora, sostituisci a "salario" una forma di compenso piu' generale che include anche sicurezza del lavoro etc... come ad esempio avere un contratto a tempo indeterminato, e capisci che un operaio delle FIAT in CIG non accettera' mai di lavorare ad un call center. Un operaio licenziato invece... Quindi la differenza e' sia formale che sostanziale

la CIG la puoi prendere a condizione che non lo fai. Se cerchi e trovi un lavoro perdi la CIG (ma qui la cosa è come con il sussidio)

Esattamente. Un sussidio al lavoro nero. Gli argomenti che leggo a favore della CIG sono quelli tipici di chi, sul sistema dei sussidi ai protetti, ci marcia e magari ci fa anche soldi e carriera ... che i soldi dei sussidi pubblici mica puzzano, sempre soldi sono. Ciò che Vincenzo propone è non solo efficiente e socialmente giusto, è anche trasparente e sensato. Ma ha un problema: elimina il sindacato come mediatore parassita delle ristrutturazioni industriali ed i faccendieri che, con le ristrutturazioni industriali sussidiate dal denaro pubblico, ci fanno i soldi.

Chiunque abbia avuto esperienza diretta (ce l'ho avuta, nel caso fossero necessari i dettagli posso fornirli, ma spero basti il seguente indirizzo e periodo: Porto Marghera, dal 1975 in poi) con casi di CIG massiccia sa benissimo di cosa parlo. Si va in cassa integrazione e si lavora in nero. Se ti richiamano (evento raro) dipende da come vanno gli affari in nero: se vanno male vai, ma nella maggioranza dei casi ti inventi di tutto (malattie ed altre cose) per non andare.

Tanto, i milleuristi che si fottano, che di questo sistema son loro le vittime e non è nemmeno detto se ne accorgano.