Titolo

Dieci Passi nel Delirio

4 commenti (espandi tutti)

MI permetto di dare una risposta diversa al punto 2:

2) Perché quando avete avuto l'opportunità di governare non avete regolamentato il conflitto d'interessi?

Ma scherziamo? Una legge sul conflitto di interessi che avesse penalizzato pesantemente Berlusconi lo avrebbe tolto dalla competizione elettorale. E noi, che dell'antiberlusconismo facciamo la nostra unica proposta su cui prendere voti, dopo ci saremmo dovuti inventare chissa' cosa per essere votati. Addirittura ci sarebbe toccato di fare un programma elettorale chiaro, semplice ed efficace. Invece abbiamo potuto ripresentraci nel 2006 con un programma incomprensibile e con una compagine di partiti in cui c'era tutto ed il contrario di tutto, riuscendo a vincere lo stesso. Dopo, quando ci e' toccato governare, si e' visto che non eravamo proprio capaci di farlo. Ma non ci siamo giocati neanche quella volta il conflitto di interessi, cosi' possiamo riproporre ad ogni tornata elettorale l'antiberlusconismo. Senza Berlusconi noi siamo finiti, sepolti dal giudizio della storia e dalla nostra totale incompetenza. Mica possiamo giocarcelo cosi', il nostro unico "atout".

 

Risposta esatta, Gilberto ....

Sarà anche esatta come risposta, ma il conflitto di interessi non riguarda solo Berlusconi ed è una piaga tanto diffusa quanto dannosa. Quindi i DS/PD sono doppiamente colpevoli ed inadeguati

L'Avatar di Bersani ribadisce che l'antiberlusconismo non e' sempre il collante dell'opposizione (vedi risposta al quesito No.1).

E per di piu' ipotizzare che la dirigenza DS/PD sia capace di una tale visione strategica da mantenere Berlusconi in piedi per poter raccogliere piu' voti grazie all'antiberlusconismo mi sembra un tributo francamente un po' troppo lusinghiero. :-)

Rimango dell'idea che si tratti di bassa cucina e di mediocri calcoli (comunemente rubricati alla voce "inciucio").