Titolo

Dieci Passi nel Delirio

7 commenti (espandi tutti)

Mi pare un pò ottimistico il pachetto delle risposte.

 

Mi pare un pò ottimistico il pachetto delle risposte

 

Forse il sole non era ancora abbastanza cocente :-)).

Magari mi capitera' di scordare di nuovo il cappello a fine luglio e allora tutti i freni inibitori salteranno.

 

 

Bellissimo pezzo, ma ricordati che il problema non sono i politici, ma i loro elettori. Nessuno (o forse pochissimi) in Italia vuole un programma serio etc. ed un governo che lo rispetti - perchè un simile programma implicherebbe fare delle scelte e le scelte penalizzerebbero qualcuno. Infatti il governo Berlusconi non sta facendo assolutamente niente, a parte i proclami, pur avendo una maggioranza amplissima ed un leader riconosciuto. L'unico partito che ha un programma chiaro è la Lega - ed in effetti ha ufficialmente ottenuto quanto voleva, almeno sulla carta. Solo che il federalismo fiscale è uno slogan vuoto da riempire di contenuti. In un paese serio, questi ultimi avrebbero dovuto essere discussi prima. Nessuno l'ha fatto, almeno in pubblico, ed ora che devono mettere nero su bianco hanno scoperto un piccolo problema. Se lo fai seriamente e riduci i trasferimenti al Sud in maniera significativa, le regioni meridionali passano in massa all'opposizione. Se lo fai alle vongole e non riduci i trasferimenti al Sud in maniera significativa, deludi i tuoi elettori settentrionali e quindi rischi di perderli. Stanno disperatamente  cercando di trovare la quadra come dicono quelli che (non) hanno studiato. Probabilmente tenteranno di fare una versione light ora e rinvieranno quella vera al 2015-2020 con la scusa della crisi

 

A questo punto attendiamo fiduciosi che qualcuno ci presenti un bel pezzo che dia voce all'avatar dell'elettore del PD (e non solo).

Gli elettori non vogliono un programma serio in nessuna parte del mondo, almeno quelle parti che conosco o dove ho abitato. Anche in America per esempio il pubblico ad ogni elezione vuole un "Cambio", ma vota per ragioni molto infantili (ricordo campagne elettorali dove si discuteva se far recitare a scuola la Pledge of Allegiance, idiozie sulla bandiera et similia) e poi sceglie sempre il solito misto di populismo e mediocrita' (con qualche eccezione). Pero' se non altro vi sono degli anticorpi nelle istituzioni che prevengono la degenerazione del sistema, incluso un apparato giudiziario che spesso (non sempre) applica sanzioni anche in alto e altissimo loco. 

la Lega il cui programma e' chiaro, ma realizzabile solo nelle fantasie dei razzisti che la votano, in realta' non ha cavato un ragno dal buco dopo un decennio di fedelta' a Berlusconi e di leggi ad personam votate senza fiatare. E come dici tu non cavera' nessun altro insetto o mollusco o ameba in futuro per le ragioni che tu correttamente sottolinei.

la Lega il cui programma e' chiaro, ma realizzabile solo nelle fantasie dei razzisti che la votano,

 

 Mica tutti. Vota Lega un sacco di gente disperata e delusa dalla pochezza delle alternative

Fabio dice

Gli elettori non vogliono un programma serio in nessuna parte del mondo, almeno quelle parti che conosco o dove ho abitato. Anche in America per esempio il pubblico ad ogni elezione vuole un "Cambio", ma vota per ragioni molto infantili (ricordo campagne elettorali dove si discuteva se far recitare a scuola la Pledge of Allegiance, idiozie sulla bandiera et similia) e poi sceglie sempre il solito misto di populismo e mediocrita' (con qualche eccezione).

in proposito l'analisi più lucida che ho letto di recente si trova in questo libro. E' sorprendente come certe cose nel nostro paese riescano a dirle solo i comici.