Titolo

Crisi finanziaria, versione 750 miliardi di euro

9 commenti (espandi tutti)

Ma è da escludere del tutto l'ipotesi che l'Europa abbia imparato la lezione?

Ma è da escludere del tutto l'ipotesi che l'Europa abbia imparato la lezione?

In cuor mio spero che si sia imaprato qualcosina, ma è probabile che chi fino ad ora ha "abusato" continui a farlo..

Ma è da escludere del tutto l'ipotesi che l'Europa abbia imparato la lezione?

L'Europa chi è ? Io qui vedo solo governi e politici vari.

La lezione da imparare, poi, bisogna mettersi d'accordo su quale sia ...

La lezione sarebbe appunto che bisogna fare tutti gli sforzi per arrivare in tempi brevi ad un' Europa di tipo federale. Sono troppo ottimista?

Poi ci sarebbero le lezioni di recupero per i paesi come l'Italia. Abolizione delle province e di tutti gli enti inutili, innalzamento dell'età per la pensione, liberalizzazioni, riforma del mercato del lavoro, riforma del welfare con conseguente eliminazione di cassa integrazione et simila, lotta all'ultimo sangue a corruzione e criminalità organizzata. Si facessero metà delle cose che ho elencato...

 

 

 

tanto alla fine sarà sempre colpa del liberismo

Wow il nostro vecchio amico Clericetti e' tornato a sparare minchiate. Fantastico l'incipit:

Quando si è rotto il giocattolo della finanza a debito, che modelli matematici di economisti insigniti del Nobel assicuravano potesse continuare all'infinito

QUALE modello dice che puoi indebitarti all'infinito? QUALE? pure quelli dove nascono rational bubbles non lo permettono.

Fantastico! Oltre a questo l'articolo mi sembra anche un po' schizofrenico... Nel primo paragrafo si fa un'apologia dello Stato, e di come questo abbia scongiurato "l'implosione dell'economia di mercato", nel terzo si dice che se in realta' lo Stato cerca di salvare l'economia di mercato, si ritrova i suoi problemi, ed in particolare quello del vincolo di bilancio.

A parte l'articolo, la domanda che molti economisti, Krugman in primis, dovrebbero porsi e': quali sono i margini per argomentare che se gli stati non avessero speso denari in politiche fiscali di stimolo, allora ci troveremmo in una situazione peggiore di quella in cui ci troviamo adesso? Meglio il credit freeze o il sovereign debt crisis? Ricordo che Michele aveva scritto qualcosa a proposito, ma non lo trovo piu' nel sito.

see e.g. David Ignatius, on today's Washington post

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2010/05/12/AR2010051203872.html