Titolo

Scajola, D'Alema e l'etica sottile

2 commenti (espandi tutti)

Invero c'è di più:

Marco Aurelio, insieme ai suoi compagni dell'ordo equestris, sono quelli che approvano le leggi, delle quali essi stessi traggono vantaggi. Se lo fa Silvius Esecrabilis, si parla di "conflitto d'interessi"; se lo si fa in gruppo cambia qualcosa?

Marco Aurelio, insieme ai suoi compagni dell'ordo equestris, sono quelli che nominano gli aediles degli entia previdentialia, quali a loro volta decidono chi, fra tutti i postulantes che immagino numerosi, avrà accesso alla domus ad pretium favoris. Se i suddetti aediles al termine del loro mandato desiderano essere riconfermati, ovvere procedere oltre nel loro cursus honorum, chi credete che sceglieranno?

scusate il latino maccheronico.

Probabilmente, stando a quanto avviene in Italia, gli aediles sceglierebbero Pinco Pallino il quale, in cambio della scelta di nuovi postulantes a lui più graditi, porterebbe in quelle case pulcherrime puellae con ulteriore lloro vantaggio!