Titolo

Scajola, D'Alema e l'etica sottile

1 commento (espandi tutti)

Io ti ho solo chiesto di dirmi COSA altro vuoi fare se non difendere D'Alema (e la casta di sinistra con lui) con i tuoi interventi.

La tua risposta è tutta un aggettivo, nessun sostantivo. Ci ricordi che, siccome ricordiamo gli stessi fatti di un giornalista di destra, ossia del nemico, facciamo "oggettivamente" gli interessi del nemico. Siamo quindi "controproducenti" ...oltre che "aberranti, inutili ed indegni" ...

"Controproducente": contro cosa? Cosa "non produce" il rilevare che la casta di sinistra non può usare la questione morale perché non è esente da colpe? Quanto difficile è intendere che, mentre sul piano GIUDIZIALE, la rapina è meno grave della rapina a mano armata, sul piano politico sono praticamente la stessa cosa? Il politico che ha solo rubato lo eleggiamo, quello che ha rubato con destrezza invece no?

ENTRAMBI HANNO USATO I LORO PRIVILEGI POLITICI ED IL LORO POTERE PER ARRICCHIRSI. POLITICAMENTE CONTA SOLO QUESTO, COME FATE A NON CAPIRLO?

Questo banale fatto politico, che la maggioranza degli italiani vi schiaffa in faccia ad ogni elezione, non lo volete intendere, come tutti coloro che pensano d'essere migliori solo perché di sinistra.

Bene. Ho capito. A voi piace la vostra casta, perché è vostra. He may be a son of a bitch, but he's our son of a bitch.

QED.