Titolo

Goldman Sachs sotto accusa

3 commenti (espandi tutti)

Loos lo cito perché la definizione è sua e mi piace, ma non è mia.

"Satanasso" a Paulson lo dicevo con un sorriso di simpatia, non in senso moralistico-demonizzante. Anche tra i figli, in genere amiamo più i "diavoletti" dei paciocconi che si lasciano fare di tutto. Forse non era chiaro,  ma non vedo affatto in Paulson il "colpevole" dell'accaduto.

Si: i punti 1. e 2. hanno tratti comuni, ma il primo riguarda il "consenso informato" (per mutuare un termine alla medicina) e il vizio occulto, che non necessariamente postula "azzardo". Il secondo voleva più specificamente domandarsi quanto labile è il confine tra "rischio" e "azzardo", ergo → 3 chi azzarda può far danni a tutti proprio perché -non so se è così- probabilmente è vero che i salvataggi con danaro pubblico servono ad evitare danni peggiori. Per questo esistono organismi come SEC e CONSOB, mi pare: per prevenire, nei limiti del possibile, azzardi che pagheremmo inevitabilmente tutti per limitare i danni. O sbaglio?

Sullla crisi del '29, per il poco che posso capirne, la letteratura è sconfinata circa quanto quella sulla "questione meridionale", ma mi pare proprio che da allora una serie di operazioni borsistiche siano interdette in tutto il mondo.

Domanda: non so della morte della sterlina; cmq, dopo la crisi del '29 a una a una mi pare che le monete internazionali si sganciarono dalla parità aurea, tranne il dollaro. Fu questo che rese possibile, per es., la ricostruzione post-bellica avendo come moneta di riferimento l'US-$ e il debito americano come supporto? E anche il costosissimo e debitosissimo "welfare" di Harold Wilson, che mi pare fosse già allora contrario al MEC, fu possibile grazie a questo? 

Grazie :)

 

 

La sterlina morì e la Gran Bretagna ando' in default nel settembre 1931 quando fu costretta a riunciare alla parità aurea dell'ante guerra. Nota che la crisi del 1929 fu proprio dovuta al tentativo di Stati Uniti e Gran Bretagna di consentire quella inostsenibile parità. Visto che per la Gran Bretagna la deflazione non era politicamente sostenibile, gli USA si impegnarono a inflazionare il dollaro per evitare che l'oro arrivasse a casa loro

Se poi credi che è spossibile fare "welfare" stampando moneta dal nulla allora ti faccio i miei migliori auguri ....

phileas scrive:

Se poi credi che è spossibile fare "welfare" stampando moneta dal nulla allora ti faccio i miei migliori auguri ....

No, non credo nulla. Ho fatto una domanda su chi e come pagava il costoso (per quanto ne so) welfare di Harold Wilson, non un'affermazione :)

Capisco benissimo che gli addetti ai lavori leggano molte implicazioni "tra" le righe, ma, ripeto, questo non è il mio terreno. Cosa che può comportare qualche disguido comunicativo, me ne rendo conto. Ma cerco solo di farmi un'idea molto sommaria, se mai fosse possibile, del perché siamo un po' tutti col sedere più vicino all'asfalto di un paio di anni fa :)

Grazie, cmq.: auguri inclusi :)