Titolo

Il secondo incubo del barone

6 commenti (espandi tutti)

Cioe' stai dicendo che e' prevista la tesi anche per la laurea breve? Follia!!!!! La classe docente deve essere masochista. 

Si' e' prevista una tesi, che di fatto e' la relazione sul tirocinio. 

Come ti dicevo il lavoro e' molto hands on: il tirocinio e' di 200 ore nominali, e tipicamente si svolge presso una azienda, o e' un tirocinio interno ovvero su un progetto curato da un docente.

Per chi e' gia' lavora, e' previsto fare il tirocinio nella propria azienda.

Dubito che la scelta iniziale sia stata condivisa dai docenti, comunque.

Non è detto: io sto seguendo il curriculum di Economia Politica all'Università di Brescia e nel curriculum non è richiesto lo stage finale. Quindi la tesi dovrebbe essere presumibilmente un approfondimento su un argomento affrontato nei vari corsi.

Si', non tutti i corsi di studio prevedono un tirocinio.

Pero' la tesi c'e', come dicevo ad Andrea. Di e' solito una relazione su un lavoro fatto con (o assegnato da) un professore. Che questo sia un tirocinio presso una azienda, o assegnato da un docente per motivi di ricerca, sempre un lavoro specifico e' (e questo me lo ricordo gia' dal vecchio ordinamento).

 

Sempre sul filone sadomaso mo' te ne dico un'altra.

Si decide di cambiare il peso dei crediti assegnati agli esami, anche quelli già sostenuti dai ragazzi? Bene, allora i ragazzi devono presentarsi DI NUOVO a fare le integrazioni, cioè sedersi a ridare una porzione dell'esame corrispondente ai crediti. Follie.

Vero, quando hanno passato da 5 a 6 il numero dei crediti di un nostro corso (per noi da 50 a 60 ore), ci e' toccato fare un esame integrativo a tutti gli studenti e non e' stata una bella esperienza.