Titolo

Il secondo incubo del barone

1 commento (espandi tutti)

Tutti i professori hanno diritto di svolgere attività esterna remunerata, a condizione che devolvano una quota del reddito lordo di tale attività all’università di appartenenza. La percentuale è fissata di comune accordo fra le parti, con un minimo del 30%.

Burocrate: E perchè si permette l’attività esterna? Non è meglio proibirla o distinguere tempo pieno e tempo definito come si fa ora, con una somma aggiuntiva per i professori a tempo pieno?

Milanese: Vede signor Ministro, per alcune professioni, gli incentivi monetari non servono. Un grande avvocato a Roma può guadagnare in poche ore lo stipendio di un mese di un ordinario a fine carriera. Ma quasi sempre i professionisti vogliono poter mettere Professore all’Università di …. sul loro biglietto da visita per aumentare le loro parcelle. Quindi, che l’università ci guadagni.

Ma fissare la percentuale minima al 30% non é una percentuale tanto alta da essere in pratica uguale a proibire l'attivita' esterna?

O il solo essere professore di XXX aumenta in media le parcelle di oltre il 25%??? Il tutto, senza considerare le tasse...