Titolo

La baggianata del sorpasso della Gran Bretagna

13 commenti (espandi tutti)

Hola
Vorrei sottoporvi un dubbio.
Qualche giorno fa ho scoperto un'applicazione di Google, Public Data Explorer: raccoglie alcuni dati economici da istituzioni come Banca mondiale e Imf e permette di creare velocemente dei grafici.

Ho selezionato i dati 2011 dell'Imf su Gross Domestic Product based on PPP per vedere come si piazzava l'Italia. Il risultato del grafico era desolante, perché oltre al sorpasso di Slovenia e Spagna, si preannunciava anche quello da parte della Repubblica Ceca tra una decina d'anni.

Poi però ho fatto un confronto anche con il grafico del Gdp a prezzi correnti ed ho ottenuto un risultato del tutto diverso. Sono rimasto perplesso: non tanto per le ovvie differenze con US o UK, quanto per le differenze per paesi con la stessa moneta -Spagna, Italia, Slovenia. Eurostat dice che anche in presenza della moneta unica permangono delle differenze di prezzo tra i vari paesi. Quindi vi chiederei se secondo voi quanto dice Eurostat è vero.

Ma c'è anche un altro problema. Riguardando il primo grafico ho notato la nota dell'Imf:

These data form the basis for the country group composites for the domestic economy. Please note: the IMF is not a primary source for purchasing power parity (PPP) data. WEO weights have been created from primary sources and are used solely for purposes of generating country group composites. Etc…

Ciò significa che qui il PPP si riferisce solo ai gruppi di paesi elencati in fondo alla colonnina (Euro area, Middle east and north africa, etc)? Ma così non si spiegherebbero le diverse posizioni di Italia, Slovenia e Spagna rispetto al primo grafico.
Meglio lasciar perdere questi dati Imf? Un altro grafico con i dati dello United Nations Development Programme dà risultati diversi, nonostante siano sempre espressi in PPP $! Oppure è buono il grafico Imf e la nota è errata?

Non conosco a sufficienza i metodi di creazione delle serie per poter risolvere i tuoi dubbi con sicurezza.

Comunque: certo che i prezzi rimangono differenti, specialmente quelli dei non-tradeables, che sono il grosso della spesa per consumi, se ci pensi. Nemmeno mi stupisce pensare che i prezzi in Spagna e Slovenia siano cresciuti meno che in Italia: è un riflesso della scarsa produttività e delle accresciute inefficienze che i pressi relativi (del paese rispetto ad altri) crescano.

Non noto una grande differenza fra i dati IMF e quelli UN. Dove sarebbe?

La nota IMF vuol dire che loro hanno copiato i dati PPP da qualcun altro e che quindi non sono responsabili (casomai venisse in mente a qualche avvocato USA di fargli causa). Ma sono tutti dati PPP

Beh, secondo i dati UN la differenza tra gdp italiano e irlandese era di 7.342 $ nel 1980, -10.567 $ nel 2008. Invece secondo i dati Imf la differenza era di 1.990 $ nel 1980, -11.776 $ per il 2008. Anche tenendo conto che nei primi si usa 2008 international dollar e nei secondi current international dollar, il rapporto tra dati del 1980 e del 2008 non dovrebbe essere identico tra i due dataset?

Anche tenendo conto che nei primi si usa 2008 international dollar e nei secondi current international dollar, il rapporto tra dati del 1980 e del 2008 non dovrebbe essere identico tra i due dataset?

No è la risposta breve. Il Pil è dato da un set di beni e servizi prodotti e da un set di prezzi corrispondenti. Questo è il pil a prezzi correnti. Nel tempo sia le quantità sia i prezzi cambiano. Siccome i prezzi tra paesi sono diversi (sia in assoluto sia in termini relativi), per permettere una confrontabilità tra paesi circa la disponibilità di beni si è escogitato il metodo dei PPP, che  applica alle quantità un set di prezzi comuni a tutti i paesi, quelli in dollari appunto. Se i prezzi sono costanti 2008, come nel caso in questione, o correnti che variano anno per anno, si ha appunto il pil PPP a prezzi costanti o correnti. In relazione al set di prezzi scelto i rapporti tra paesi dei rispettivi pil cambiano (fine della risposta lunga). Data la complessita della rilevazione dei prezzi, il calcolo dei prezzi ppp settore per settore in realtà si esegue  ogni 3-5 anni e quindi le variazioni annuali negli intervalli del pil ppp sono estrapolazioni che tengono conto dell'andamento relativo degli indici dei prezzi.

molto carino il google public data explorer, non lo conoscevo.

Per quanto riguarda i dati ppp, quelli dell'FMI sono "current" international dollar, quelli UNDP sono 2008 international dollar. il che vuol dire che l'Italia è cresciuta dal 1980 al 2010 di oltre il 200% secondo il primo dataset, del 50% con il dataset UNdp. quale preferire dipende dal tipo di confronto che si intende fare.

La nota imf è innocua e si riferisce al fatto che per alcuni aggregati geografici del weo la ponderazione viene fatta dall'FMI con i pil PPP, mentre per altri aggregati (ad esempio tassi di interesse, M1 etc.) usano ponderazioni basate su pil a tassi di cambio di mercato e correnti.

Poi però ho fatto un confronto anche con il grafico del Gdp a prezzi correnti ed ho ottenuto un risultato del tutto diverso. Sono rimasto perplesso:

Io no. Mi pare semplicemente il risultato che ci si può aspettare dato il funzionamento del sistema paese. Nel RU hanno Sainsbury, Tesco, Morrisons, Waitrose, Argos, Boots, un sistema postale molto efficiente (Venerdì pomeriggio ho ordinato un rasoio elettrico scontato al 50% su Amazon, l'ho ricevuto 22 ore dopo Sabato mattina), nella RI hanno i politici che bloccano le gallerie commerciali, non parliamo poi dei centri commerciali.

Alliance Boots poi è un caso macroscopico nel confronto tra i due paesi, una multinazionale da 120 mila dipendenti in 25 paesi, giro d'affari di quasi 27 miliardi di Euro, quasi 3200 farmacie gestite, perlopiù in Europa, gestita e parzialmente posseduta da degli italiani (principalmente il Sig. Stefano Pessina, un ingegnere nucleare napoletano, e la Sig. Ornella Barra, una farmacista genovese) che nella RI praticamente non possono operare (o meglio, possono operare all'ingrosso e nella distribuzione, ma non al dettaglio).

Ho selezionato i dati 2011 dell'Imf su Gross Domestic Product based on PPP per vedere come si piazzava l'Italia. Il risultato del grafico era desolante, perché oltre al sorpasso di Slovenia e Spagna, si preannunciava anche quello da parte della Repubblica Ceca tra una decina d'anni.

Poi però ho fatto un confronto anche con il grafico del Gdp a prezzi correnti ed ho ottenuto un risultato del tutto diverso.

E' corretto che i risultati siano diversi, le quantita' misurate sono diverse. Il PIL PPP e' comunque la stima piu' corretta e appropriata per confrontare la grandezza di economie diverse. Il fatto che a prezzi correnti il PIL italiano guadagni posizioni rispetto a Spagna e Slovenia dipende dal fatto che il livello medio dei prezzi italiano e' superiore. Ma cio' che conta di piu' e' il totale di beni e servizi prodotti / consumati, piu' che il loro costo in Euro.

Grafici simili con dati Eurostat puoi trovarli in un mio passato intervento, Andamento del PIL italiano negli anni 1995-2009 (27 Marzo 2011).

Studiando i dati ho notato che le stime della parita' di potere d'acquisto hanno oscillazioni strane che personalmente non mi spiego da anno ad anno, e che ritengo conseguenza del fatto che, come indicato nelle pubblicazioni, la loro attendibilita' non supera il 5-10%, e parte di questo 5-10% lo si vede secondo me nelle oscillazioni delle stime della parita' di potere di acquisto di anno in anno. A questo proposito Eurostat sottolinea che il PIL PPP non sono adatti per fare serie temporali (come hai fatto tu).  Tutto cio' spiega anche perche' il secondo grafico PPP e' diverso dal primo.

All fine del mio articolo faccio la serie temporale PPP come indicato da Eurostat, cioe' predendo un anno base e poi usando gli incrementi del PIL reale.  Gli incrementi del PIL reale sono la quantita' piu' attendibile, quella su cui si focalizza l'attenzione sia dei politici sia degli economisti e quindi gli sforzi degli istititi statistici.

Aggiungo che ho fatto ma non pubblicato anche un grafico secondo me migliore ancora che usa i valori PPP di tutti gli anni, ma assegnando loro un errore del 5%, mentre agli incrementi del PIL reale assegno un errore del 0.1%, e poi facendo un "fit". Quando ho tempo lo aggiungo.

Grazie per il link. Quindi il metodo "anno base PPP + incrementi del Pil nominale" vale solo tra paesi con la stessa moneta? E rispetto al tuo ultimo grafico con tutti i valori PPP corretti, quello su Google dell'Imf può essere una buona approssimazione o ci sono grosse differenze?

 

Grazie per il link. Quindi il metodo "anno base PPP + incrementi del Pil nominale" vale solo tra paesi con la stessa moneta?

No. Il metodo vale con qualunque moneta. Il PIL PPP dell'anno di riferimento non dipende dalla moneta, perche' e' misurato in unita' di potere di acquisto, e gli incrementi reali del PIL non dipendono dalla moneta, perche' sono scontati col cosiddetto deflattore del PIL nazionale nella moneta in cui e' espresso a prezzi correnti.

E rispetto al tuo ultimo grafico con tutti i valori PPP corretti, quello su Google dell'Imf può essere una buona approssimazione o ci sono grosse differenze?

Da quanto scritto a corredo dei plot su google, non e' chiaro cosa contengono entrambi i plot PPP, in particolare non e' chiaro se usano il PIL PPP anno per anno oppure se hanno un anno di riferimento e poi usano la crescita reale del PIL. Bisogna andare alle pubblicazioni (o siti web) di IMF e UNDP, e leggere anche le note. La mia impressione, anche per aver usato in passato i dati IMF, e' che i dati usati siano col PPP calcolato anno per anno, l'andamento uniforme delle curve sembra invece derivare dall'uso della crescita reale. In conclusione, non saprei dire, e scoprirlo richiede piu' che sviscerare la descrizione dei dati sui link elencati.

Queste sono le note cui si riferisce il grafico su Google:

Box A2

The World Economic Outlook reports a wide range of world, regional, and analytic aggregates of economic indicators. In most cases, these aggregates are weighted averages of the indicators in the relevant countries, with weights reflecting each country’s share of group GDP. The derivation of these weights therefore requires that GDP in national currency terms be converted to a common currency (in practice, the U.S. dollar). The World Economic Outlook uses exchange rates based on purchasing power parities (PPPs) for this purpose.This issue of the World Economic Outlook incorporates revised GDP-PPP weights, based on benchmark surveys of national prices from 2000 released by the World Bank as part of the United Nation’s International Comparison Project (previous weights were based on surveys from the mid-1990s). Although the country weights are adjusted each year to take into account relative changes in real GDP, this adjustment does not fully capture changes in individual prices that underlie the PPP estimates. Because PPP estimates are not available for a small number of countries from the 2000 price surveys, weights for these countries are derived using an estimation methodology applied in the past (see Box A1 of the May 2000 World Economic Outlook). This approach uses a cross-section regression that relates PPP-based GDP per capita to GDP per capita at market exchange rates, openness to trade, and regional dummies. The regression results derived from countries for which PPP data are available are then applied to countries for which price surveys are not available.

Quindi l'Imf con "real Gdp" intende la crescita del Pil col PPP calcolato anno per anno?

Although the country weights are adjusted each year to take into account relative changes in real GDP, this adjustment does not fully capture changes in individual prices that underlie the PPP estimates.

Questa prosa e' molto concisa e forse contiene tecnicismi che non comprendo del tutto, per cui non riesco a capire l'esatto procedimento usato. Cosa intendono con "weights"? Presumo, il valore di cambio dell' unita' PPP nella valuta usata per il PIL a prezzi correnti, per cui dividendo il tale PIL ottengo il PIL PPP.  Se assumo questo, la frase seguente ha un qualche senso ma non definisce bene cosa hanno fatto. Sembra che - come farei io - assumano che la quantita' meglio conosciuta e' "relative changes in real GDP", la crescita reale del PIL, per cui "aggiustano" i pesi PPP anno-anno per "tener conto" della crescita reale del PIL. La frase e' ambigua. Dovrebbero chiarire se prendono un anno di riferimento PPP e poi usano la crescita reale, oppure, se fanno un fit, cosa minimizzano, ed eventualmente che pesi assegnano alle misure dei pesi PPP e della crescita reale anno-anno. Forse qualcuno col PHD in economics potrebbe chiarire meglio di quanto possa farlo io. In passato, per capire i dati, ho fatto dei controlli numerici, e incrociati tra fonti diverse.  Ma queste cose prendono tempo...

Ho trovato le frequently asked questions sul sito dell'Imf:

Q. What is "Gross domestic product based on purchasing-power-parity (PPP) valuation of country GDP"?

A. It is calculated by dividing a country's nominal GDP in its own currency by the PPP exchange rate. The PPP exchange rate comes from a calculation that starts with the PPP exchange reported by the International Comparison Program (ICP) for years 2003–05, which is then extended backwards and forwards by the growth in relative GDP deflators (the deflator of a country divided by the deflator of the United States). Differences in PPP exchange rate estimates with other organizations must be confirmed from the providers of those estimates.

Credo che questo chiarisca definitivamente i miei dubbi.

Ps. Solo un'osservazione. Nel corso della discussione ho fatto fatica ad orientarmi a causa dell'ambiguità terminologica. "Real Gdp" viene usato sia in contrapposizione al Gdp nominale, che al Gdp PPP. A seconda del contesto descrive due cose completamente diverse! Quindi sarebbe meglio essere più precisi, altrimenti i novellini come me non ci capiscono un mazza. XD

Saluti