Titolo

La baggianata del sorpasso della Gran Bretagna

2 commenti (espandi tutti)

Come sempre, si scivola sulla pura polemica politica... io mi astengo dal farla, anzi no, adesso la faccio: anche i giornali più critici nei confronti del Premier avrebbero potuto portare le vostre obiezioni, perchè qualcuno che mastichi di economia, lo possono sempre trovare, e andrebbero a nozze nel confutare le idee del Premier.

Il problema è che i "giornali più critici nei confronti del Premier" sono stati da sempre acriticamente sostenitori dell'attuale unione europea. Prodi aveva coniato il pittoresco termine di Euromantici, Severgnini ha scritto i dieci motivi per cui bisogna ancora amare l'Europa Unita e così via.

Potete quindi capire che, portando l'obiezione che portate voi ("sorpasso dovuto solo alla variazione del tasso di cambio"), il lettore sarebbe portato a pensare che avere un Euro forte, condizione per la quale i governi politici o tecnici a maggioranza di centrosinistra hanno chiesto infinite lacrime e sangue agli italiani, non serva proprio a niente, nemmeno a prendersi una fugace (speriamo di no) soddisfazione sui superbi inglesi. In due parole,  un'ulteriore palata di terra sui defunti governi Prodi, Dini, Amato, Ciampi, D'Alema e compagnia...

Poverini non se la sono sentita...

Potete quindi capire che, portando l'obiezione che portate voi ("sorpasso dovuto solo alla variazione del tasso di cambio"), il lettore sarebbe portato a pensare che avere un Euro forte, condizione per la quale i governi politici o tecnici a maggioranza di centrosinistra hanno chiesto infinite lacrime e sangue agli italiani, non serva proprio a niente, nemmeno a prendersi una fugace (speriamo di no) soddisfazione sui superbi inglesi.

Francesco, questo è uno dei più spettacolari non sequitur che ho visto da un bel pezzo. Prova a rileggerlo e chiediti ad alta voce ''quello che dico discende veramente, dal punto di vista logico, dalla premessa''? Poi sei ovviamente libero di interpretare la situazione come meglio ti pare.

Io resto affezionato al buon vecchio rasoio di Occam, per cui evito di cercare spiegazioni arzigogolate quando ce ne sono di semplici. La spiegazione semplice è che i giornalisti ''critici del premier'' sono incompetenti. Che trovino facilmente gente che mastichi di economia è cosa che mi permetto di dubitare. È un po' oramai che leggo le pagine economiche dei giornali italiani, di destra e di sinistra, e la competenza non è certo merce che abbonda.