Titolo

Gabbie salariali (I). Perché fa bene differenziare i salari.

1 commento (espandi tutti)

Ritengo che un'approssimazione piu' congruente con la realta' del lavoro privato nelle grandi imprese italiane sia che il salario viene determinato ad un livello inferiore a quello che risulterebbe dall'incontro della domanda di lavoro con l'offerta di residenti del Nord, cioe' viene abbassato dalla compresenza di imprese meridionali in Confindustria.

Questo vale per i minimi salariali, poi c'è la contrattazione (sub)aziendale ed individuale.Forse per gli operai di linea della fiat il contratto nazionale rappresenta l' alfa e l' omega, ma per impiegati ed aziende medio piccole (fino ad un migliaio di dipendenti) non è così.

Perché allora l'entusiasmo settentrionale verso le gabbie salariali? Faccio fatica a trovare spiegazioni razionali.

A me il consenso dei redidenti del Centro-Nord alla differenziazione salariale appare razionale. Cerco di elencare alcuni motivi.

  • se come ritengo in base a diversi indicatori i salari del Nord sono fissati ad un livello piu' basso di quello naturale di mercato, i residenti del Nord possono attendere di avere salari privati piu' alti da una contrattazione territoriale separata.  E' vero che salari piu' alti diminuirebbero la domanda di lavoro da parte delle imprese, ma oggi come oggi non ci sono problemi di occupazione al Nord che anzi richiama immigrati da tutto il mondo e dal resto del Paese.  Il vero problema per i residenti del Nord sono salari troppo bassi in rapporto al costo della vita, che possono andar bene per un immigrato da un Paese povero o da una Regione sottosviluppata senza altra scelta ma sono insufficienti per quello che viene considerato un livello di vita adeguato al Nord.

Alberto, per il nord vale il discorso che facciamo sempre per il sud: se domanda ed offerta di lavoro si incrociano ad un salario troppo basso per garantire lo stile di vita cui siamo abituati dovremo cambiare abitudini, e non c'è contratto o gabbia che possa cambiare questo fatto.

Certo, se riduciamo la spesa pubblica e le tasse il reddito disponibile può migliorare, e ridurre i trasferimenti al sud può aiutare su questo lato, ma in pratica siamo di nuovo al nodo dei dipendenti pubblici.Ritengo anch'io che estendendo il discorso a questi l' entusiasmo settentrionale sia perfettamente razionale.