Titolo

Gabbie salariali (I). Perché fa bene differenziare i salari.

1 commento (espandi tutti)

Mi hai preceduto: se la contrattazione nazionale fissa i salari nominali, il livello dei prezzi determina disparità nei salari reali. Se domanda ed offerta di lavoro dipendono dai salari reali, la distorsione (in termini di perdita di occupazione potenziale al Sud) sarà proporzionalmente maggiore.  Introdurre le gabbie salariali (intese come un differenziale fisso dei salari fra Nord e Sud pari alla differenza di costo della vita) potrebbe avere effetti sull'occupazione nel Sud O nel Nord a seconda della procedura scelta. Se si lasciassero invariati i salari del Nord e si diminuissero quelli del Sud del 15%, all'inizio, aumenterebbe l'occupazione nel Sud  (l'ipotesi di Sandro). Se invece si aumentassero i salari del Nord del 15% (l'ipotesi della Lega, direi), lasciando invariati quelli del Sud, diminuirebbe l'occupazione nel Nord. Poi, tutto dipenderebbe dagli effetti di equilibrio economico generale, inclusa la mobilità interregionale del lavoro  e quindi l'effetto finale è indeterminato. In ogni caso, temo che il Nord ci perderebbe. Credo che siamo tutti d'accordo che la soluzione migliore sia lasciare libertà di contrattazione al Sud ed al Nord...