Titolo

Il meridione o i meridionali

1 commento (espandi tutti)

dove le popolazioni locali ci tengono seriamente all'uso di una lingua diversa dall'italiano (e.g. in alto adige) la cosa è già stata attuata. Negli altri posti tanta urgenza di sostiture l'italiano con altro non sembra esserci.

Questo lo decideranno gli elettori al momento delle prossime elezioni. Non vedo perche' la situazione debba essere cristallizzata alla data di oggi.  Il mondo evolve. In ogni caso in AA il tedesco convive con l'italiano e non lo ha sostituito. E ricordo che si tratta di una delle province piu' ricche, istruite e civili del Belpaese.

Simili misure servirebbero solo a fini protezionistici e di limitazione della concorrenza, senza nessun effetto di promozione della lingua e della cultura. La proposta della Lega è di questo tenore.

Come ha spiegato per es. Cota queste proposte sono invece migliorative della penosa situazione vigente, in cui i titoli usati per le graduatorie non solo sono inaffidabili ma mediamente sono superiori per chi ha competenze piu' scadenti.  Sicuramente si puo' fare piu' e meglio ma contesto che anche quella proposta presa alla lettera si possa considerare svantaggiosa per gli elettori della Lega.  Al contrario l'evidenza empirica esistente indica che quella proposta possa contribuire a far progredire le province degli elettori della LN verso standard migliori di istruzione, ricchezza e miglior funzionamento degli apparati statali che si possono ben misurare in Alto Adige.