Titolo

Il meridione o i meridionali

4 commenti (espandi tutti)

Ma veramente qualcuno pensa che l'italiano sia stato "imposto"? La lingua dei "dotti" contro quella del popolo ? Troppo sole... null'altro. O il cervello portato all'ammasso, sia esso leghista che non.

Difendere le tradizioni e la cultura del proprio territorio non passa nè per una difesa a oltranza della lingua locale, pagata con i soldi degli altri, nè ponendo barriere, perchè presto o tardi la storia le spazza via.

Leggere di "difesa" di "barriera", di "quote" in un sito che dovrebbe essere un alfiere del liberismo mi sa tanto che qualcuno o non sa quel che dice, o è nel posto sbagliato.

Dove è il merito, dove è la capacita di trasmettere il sapere, base di un progresso sociale, dove è la libertà individuale nella proposta della Lega ? Che tra l'altro se l'è appena rimangiata ? facendo fare una figura barbina a chi nei commenti ha difeso questa scelta ? Parliamo di cose serie, che ieri ho chiuso i bilanci e oggi vado a pagare le tasse, anche per i nullafacenti che seggono in Parlamento e parlano per dare aria ai denti, senza rendersi conto che poi c'è gente che crede a quello che dicono.

Nota di servizio: il figlio di Bossi è stato promosso. per lui niente esame di "lumbard", solo un comodo posto di lavoro a Bruxelles nella segreteria di qualche leghista. Roma ladrona, la Lega non perdona!

Nota di servizio: il figlio di Bossi è stato promosso.

Si, al quarto tentativo. La battuta che gira è che stavolta il padre non è riuscito a passargli il compito...

Nota di servizio: il figlio di Bossi è stato promosso. per lui niente esame di "lumbard", solo un comodo posto di lavoro a Bruxelles nella segreteria di qualche leghista.

Ditemi dove, che qualche ortaggio da lanciare lo trovo...

RR

 

Calma, si è appena diplomato, colpa dei professori meridionali: non si intendevano ed è stato vittima della decimazione.

Comunque, visti i precedenti, e talvolta anche le precedenti avrai presto l'occasione di provare il lancio...

Roma ladrona, la Lega non perdona!