Titolo

Il meridione o i meridionali

1 commento (espandi tutti)

Marco, potrei sbagliare ma credo che i 100 milioni siano una cifra di comodo, come suggerito dalla frase "aggiustare le quantita' appropriatamente".

Opinione personale: delle 4 opzioni proposte da Alberto sarebbero opportune la c (al 70%) e la b (al 30%, escludendo acciaierie e inserendo altre strutture).

 incoraggiare il trasferimento implica:

- chi resta non avrebbe servizi per cui teoricamente paga

- chi vorrebbe dare servizi non avrebbe personale a cui farli fare, a meno di spendere di piu'

- chi delinque adesso (volente o nolente, con in mano le leve per elezione o con la forza) avrebbe ancora piu' spazio per delinquere.

- incoraggiando l'emigrazione si paga due volte, la prima volta per formare li' dove si trova e la seconda per farlo spostare.

in breve, incoraggiando l'emigrazione ci si ritrova con aree "perse" sia economicamente che politicamente, preda di chiunque abbia forza sufficiente per usarle a proprio vantaggio - e questo mi sembrerebbe un fallimento dal punto di vista di un qualunque Stato.

Ora, fatto salvo che lo Stato non debba sperperare per equalizzare tutti i territori a disposizione, detassando si invoglia a fare impresa e a lavorare, dando le strutture gli si permette, oltre che di produrre, di vendere e comprare.

Questo ovviamente al netto di considerazioni come "siamo sicuri che i 100 milioni sarebbero spesi bene?" e sempre e solo IMHO.