Titolo

Il meridione o i meridionali

3 commenti (espandi tutti)

Senza lasciarsi prendere la mano, trovo questo post di Alberto una quasi ovvietà, tanto che mi stupisce il numero di commenti. Saranno le ferie imminenti, la voglia di lavorare che quasi non c'è più (qualcuno lo spieghi alla Fiat, che mi stanno rompendo per dei lavori con consegna a fine Agosto. Come se in mezzo ci fossero 30 giorni lavorativi..).

E' un dato di fatto che fuori dal Sud c'è un numero quasi uguale di nativi di quest'area del paese, ovviamente abbiamo esportato sia Caruso che Al Capone, entrambi, sia pure per motivi diversi hanno guadagnato molto di più di quanto avrebbero guadagnato in patria.

Difatti oggi il Meridione esporta molti più Al Capone che Caruso, e quelli come me sarebbero dispostissimi a dare anche degli incentivi a quel tipo di gente per farli emigrare. Chi se li prende ?

Anche a me non preoccupa l'emigrazione, anzi sono favorevolissimo a esportare in toto i seguenti quartieri di napoli: Secondigliano,Scampia, Ponticelli,Montecalvario, Avvocata, Rione Traiano. Ditemi dove mandarli che li impacchetto e ve li spedisco. A spese mie.

Per il resto sono affezionato a questo lembo di pianeta che mi ha visto (suo malgrado) crescere, che non me ne staccherei volentieri.

Chiudo con una nota verso quello studio Svimez da cui è partito AB e le sue scatole di micidiali toscanelli: "partono laureati e diplomati". In che cosa ? se esportiamo filosofi non me ne preoccuperei molto, anzi... come al solito fanno una ricerca (lo Svimez) e tirano fuori le conclusioni di comodo.

"partono laureati e diplomati". In che cosa ? se esportiamo filosofi non me ne preoccuperei molto, anzi...

Uff, che antipatico che sei! :-)  Purtroppo però hai ragione...

Non mi pare proprio che il pezzo di Alberto sia un'ovvieta', visto il dibattito politico e, in particolare, l'ultima esternazione del Presidente della Repubblica. Per me, la chiave di lettura del pezzo non sta tanto nei numeri, per quanto sempre condizione necessaria per l'argomentazione (vedi sotto), ma nel richiamo alla responsabilita' personale, un concetto che risulta arcano a molti residenti in Italia, ma ovviamente non altrettanto a coloro che se ne sono andati. In questo caso, responsabilita' personale significa prendersi carico del proprio destino, senza piangere o ricriminare.

Due tra le tue affermazioni mi lasciano a dir poco perplesso. Eccole:

Difatti oggi il Meridione esporta molti più Al Capone che Caruso,

...partono laureati e diplomati". In che cosa ? se esportiamo filosofi non me ne preoccuperei molto, anzi...

Non ho dati a disposizione, ma mi stupirei se il Meridione esportasse piu' Al Capone che Caruso o piu' filosofi che ingegneri.Ti prendo letteralmente unicamente per motivi dialettici.

Primo: se ci limitiamo ai Paesi industrializzati, e' difficile pensare ad una destinazione che ad un criminale possa apparire piu' vantaggiosa di diverse parti del Mezzogiorno. Non credo si possa dire lo stesso per la lirica.

Secondo: per i filosofi il differenziale salariale tra Mezzogiorno e resto del mondo e' di molto inferiore a quello degli ingegneri.