Titolo

Pensioni: Repubblica dà i numeri OECD

3 commenti (espandi tutti)

Spero che intendi PIL del settore privato, altrimenti torniamo ai numeri che non tornano, ma sono convinto che intendevi solo quello privato, anche perchè da quello sei partito (mi sono fatto la domanda e dato la risposta..).

Marco, il caffé, il caffé! Specialmente se, come sospetto, sei appena uscito da quel posticino di Pozzuoli dove hai portato me un mese fa!

NO, intendo TUTTO il PIL. Marco, non so cosa farci se i numeri dell'agenzia delle entrate non ti convincono, ma quelli sono! Dicono che, sul PIL privato, al Sud si evade circa 1 euro virgola qualcosa (fai 1, ossia 1,1) ogni 3, a dire circa il 37%. Questo implica la percentuale che ho dato sul PIL totale, che include il settore pubblico. OK?

Il resto che scrivi lo attribuisco all'eccessiva qualità del pesce e del falanghina che hai appena consumato. A Firenze ti metto a dieta di caffé, poi il giorno 1 Luglio vediamo se riesci a digerire la realtà, che è quella che è. Inutile farne una questione di bandiera campanilistica.

E, comunque, vale sempre il saggio recordatario del professor Brusco: la soluzione del deficit pubblico italiano NON è il recupero dell'evasione fiscale ma il taglio delle spese. Il recupero dell'evasione va fatto per ragioni di efficienza, equità, giustizia e certezza della legge, non per ripianare il deficit.

A Firenze ti metto a dieta di caffé

.... eh, ma avrete cambiato fornitore, dall'anno scorso, spero! Dai, che Marco è abituato bene ..... :-)

Lo so, lo so ..... l'intervento non è tecnico, ma non ho saputo resistere ....

La falanghina ne ho comprato una cassa che porto a Firenze per farvi finalmente gustare del vino..

Mi sono posto una domanda e dato una risposta sbagliata ? Non lo so, a me quei numeri dell'Agenzia delle Entrate convincono (a naso) poco, mi stupisce soprattutto il metodo con cui è stato calcolato, mi sembra più corretto quello sui consumi, corretto con i dati sull'economia criminale.

Comunque è vero, ne faccio (anche) una questione di campanile, ma quello che vedo è diverso da quello che leggo. That's all. Per Firenze (se ho il tempo..) vorrei portarmi lo studio Svimez, che sicuramente ben conoscete, sulla distribuzione reddituale, occupazionale e imprenditoriale in terronlandia. Non c'è trippa per gatti. Se cercano (la GdF) di recuperare qualcosa temo che perdano tempo..

E, comunque, vale sempre il saggio recordatario del professor Brusco: la soluzione del deficit pubblico italiano NON è il recupero dell'evasione fiscale ma il taglio delle spese. Il recupero dell'evasione va fatto per ragioni di efficienza, equità, giustizia e certezza della legge, non per ripianare il deficit.

Questo assunto, che dimentichiamo sempre quando parliamo di Nord-Sud, vale una bottiglia di limoncello in quel di Firenze.

Carlo Clericetti, in una sua replica, parlava di approccio Zero Base Budgeting a proposito del bilancio dello Stato, se ne parlerà a Firenze ? Potrebbe essere interessante, anche in vista del "Federalismo Fiscale in Salsa Calderoliana" che dovrebbe essere qualcosa di simile a questo, senza alcun riferimento al noto odontoiatrico prestato alla politica, ma a quest'altro.