Titolo

Pensioni: Repubblica dà i numeri OECD

4 commenti (espandi tutti)

In particolare, da essi si evince un tasso di evasione - supposto, per carità, sempre supposto .... - nelle medie europee per tutto il Nord Italia ed addirittura a livello dei più virtuosi per la Lombardia, in contrapposizione a risultati francamente sempre più inaccettabili man mano che si scende di latitudine

Io non ho molto da dire su questo che mi sembra un assunto di Nfa, anche perchè faccio altro. Uso la matematica spicciola: poniamo che dei 100 mld (ma non erano duecento ?, boh) di euro di evasione il 90% sia al Sud (vi va bene ?), quindi ci sarebbero 90 mld di Pil non tassato, su un PIL totale di (circa) 1.600.000 euro. Il Pil meridionale è circa il 60-65 % di quello del Nord, con questi 100 mld non dico saremmo pari, ma faremmo un bel balzo in avanti, diciamo che arriveremmo quasi all'80% del Nord.

Poi esco e vedo il deserto, mentre quando vengo al Nord vedo distese di capannoni. Qualcosa non quadra. Chi evade in maniera così elevata da sottrarre simili risorse ? Il parcheggiatore abusivo ? L'idraulico o l'elettricista ? L'imbianchino ? Per arrivare ai mitici 90 mld ce ne vogliono 3.000.000 di individui che lavorano in questo modo. Praticamente disoccupazione zero, anzi avremmo bisogno massicciamente di manodopera. Poi esco...

Poi leggo questo e mi rinfranco.


Uso la matematica spicciola: poniamo che dei 100 mld (ma non erano duecento ?, boh) di euro di evasione il 90% sia al Sud (vi va bene ?), quindi ci sarebbero 90 mld di Pil non tassato, su un PIL totale di (circa) 1.600.000 euro. Il Pil meridionale è circa il 60-65 % di quello del Nord, con questi 100 mld non dico saremmo pari, ma faremmo un bel balzo in avanti, diciamo che arriveremmo quasi all'80% del Nord. Poi esco e vedo il deserto, mentre quando vengo al Nord vedo distese di capannoni. Qualcosa non quadra. Chi evade in maniera così elevata da sottrarre simili risorse ? Il parcheggiatore abusivo ? L'idraulico o l'elettricista ? L'imbianchino ? Per arrivare ai mitici 90 mld ce ne vogliono 3.000.000 di individui che lavorano in questo modo. Praticamente disoccupazione zero, anzi avremmo bisogno massicciamente di manodopera.

I dati che ho risalgono al 2000 ma la situazione ritengo sia peggiorata. Stima del sommerso 287'000. Stima dell'evasione 126'000.
Forza lavoro implicata nel sommerso da 6,6 a 11,4 milioni. Percentuale dei partecipanti alla economia sommersa sulla forza lavoro ufficilale: dal 30 al 48%
(dati da vari studi di Schneider). Ovviamente ci sono persone che lavorano solo in nero ed altre che lo fanno come secondo o triplo lavoro o in quanto pensionati di anzianità.
Come vedi si torna al problema pensioni.....

Francesco

 

Io non ho molto da dire su questo che mi sembra un assunto di Nfa, anche perchè faccio altro. Uso la matematica spicciola: poniamo che dei 100 mld (ma non erano duecento ?, boh) di euro di evasione il 90% sia al Sud...

L'Agenzia delle entrate ha stimato il reddito evaso nel Nord/Centro/Sud italia e tali stime sono state pubblicate in nFA:

Evasione IRAP in Italia per macro-area e nel tempo

Molto a spanne, il "contributo" del Sud e' 80/210, il 38%, non il 90%. Tuttavia visto che il Sud ha PIL pro-capite 60% della media italiana, e popolazione 37%, per evadere proporzionalmente alla sua popolaizone deve evadere in rapporto al suo reddito 1/0.6 = un fattore ~1.67  per la media italiana. Siccome poi parte significativa dell'economia del Sud Italia e' statale (stipendi pubblici, su cui non si evade) il Sud deve evadere molto molto di piu' nella parte privata dell'economia, per rispettare lo standard stimato.

E infatti, mentre nella parte privata dell'economia la Lombardia evade si stima il 13%, il Veneto il 20-25%, le regioni del Sud evadono si stima dall'60% all'80%. Le regioni rosse centrali invece evadono il 35-40%.

Ritornando all'economia tutta, privata e pubblica, nel Nord si stima l'evasione a livelli tedesco-francesi al 15%, salvo in Lombardia al 8-10%, mentre al centro si sale probabilmente a spanne al 25% e al Sud si sale ancora al 50%.  Quindi il reddito evaso recuperabile e' 0% al Nord, 10% al Centro, 35% al Sud. Siccome al Nord c'e' il 45% della popolazione, al Centro il 18%, e al Sud + Isole il 37%, assumendo (qui non ho tempo di perfezionare) che il reddito pro-capite rispetto a quello medio nazionale sia 1.35/1/0.6 a nord/centro/sud, il reddito evaso recuperabile e':

  • Nord, 0% * 45% * 135% = 0% del reddito totale italiano
  • Centro, 10% * 18% * 100% = 1.8% del reddito totale italiano
  • Sud+Isole, 35% * 37% * 60% = 7.8% del reddito totale italiano

L'evasione stimata da Schneider et al e' il 27% del reddito totale italiano, ma non e' nemmeno pensabile recuperarla interamente, come scorrettamente afferma certa propaganda politica.  Un traguardo ragionevole sarebbe piuttosto ridurre l'evasione dal 27% al 15% del reddito (secondo la stima di Schneider et al), quindi recuperare reddito evaso pari al 8% del reddito totale italiano. Secondo l'elenco calcolato a spanne, che di totale fa 9.6% invece di 8% e indica probabilmente inconsistenze nelle mie approssimazioni al livello del 20%, il reddito evaso recuperabile al Sud e' 7.8% / (7.8%+1.8%) ~ 81% del totale, e tutto torna (entro un'approssimazione del 20% moltiplicativa sui numeri elencati): il reddito del Sud e' il 60% del reddito medio italiano, le stime dei redditi evasi tornano con Schneider et al per l'Italia, e con le indagini dell'Agenzia delle entrate per l'economia privata delle regioni italiane.

Il tuo ragionamento entra troppo presto in un'area di troppo elevata inconsistenza perche' non lo ancori sufficientemente bene ai dati conosciuti e presentati su nFA, e perche' assumi che sia recuperabile tutto il reddito evaso, e non solo l'extra-evasione rispetto a Francia e Germania.

Poi leggo questo e mi rinfranco.

Il ''questo'' rimanda a un comunicato di contribuenti.it, dei signori che sembra abbiano scoperto il trucco per misurare l'evasione fiscale su base periodica con precisione mirabile. Sulla loro affidabilità rimando a questo intervento di Mario Seminerio.