Titolo

Abbiamo ciò che meritiamo

2 commenti (espandi tutti)

Ciao Sergio e benvenuto su NfA!

Quando parlavo di matrici marxista e e cattolica, non intendevo che la gente si e' formata consapevolmente a quelle scuole di pensiero. Ho in mente qualcosa di piu' sottile. Penso che le idee marxiste e cattoliche facciano parte della cultura Italiana in maniera diffusa. Prendi una persona che vede o sente un fatto, come l'insegnante amica di Franco con le scarpe. Come fa a dargli un giudizio e a interpretarlo come giusto/sbagliato? Semplicemente si volge alle idee che sono dentro di lei e che ritiene giuste. Sono una specie di senso comune interiore, quelle verita' auto-evidenti che uno a dentro e di cui parlava anche Kant: le impari quando cresci, non necessariamente perche' te le insegnano esplicitamente, ma semplicemente perche' ne sei imbevuto e vedi che sono cose che vanno bene per tutti.
Ecco io penso che molte delle idee in cui noi in Italia cresciamo, si rifanno a un modo di pensare marxista e cattolico. Per esempio, se noi vediamo una persona caduta in disgrazia, e' normale e umano per noi avere prima di tutti pieta' per lei, prima ancora di pensare se se lo meriti oppure no (e.g. il caso Madoff, ho sentito persone dire "ma andra' veramente in galera anche se e' cosi' anziano?").
Ci sono culture in cui i proverbi popolari dicono "Non avrai mai successo se non lavori duramente" e altre che dicono "Le cose succederanno solo se lo vuole Dio" (cfr. "Outliers", M. Gladwell). Questo tipo di pensieri stratificati sono quelli a cui mi riferisco come guida del sentire comune.

Grazie del benvenuto!

Nel merito, avevo capito (credo) quello che intendevi, ma intendevo aggiungere che se ci si limita ad essere "imbevuti", se non si condisce il tutto con quella cosa un po' fuori moda (almento in Italia) chiamata "cultura", lì si rimane.

Sono stato "imbevuto" sia di cattolicesimo (quando ero piccolo), sia di marxismo (compivo 18 anni nel 1969; sì, sono un po' attempato). Ma non sono cattolico, né marxista; pur avendo letto molto sia di religioni, sia di Marx. Vorrei dire: proprio perché ho letto molto. Ma il Grande Fratello ha ormai molti più fans della lettura!

E i risultati si vedono...