Titolo

Abbiamo ciò che meritiamo

1 commento (espandi tutti)

La prima risposta e' stata la piu' intuitiva e sottoscrivibile.

E' una questione culturale, ma quello che mi stupisce e' che i liberisti italiani non abbiano MAI - almeno, secondo la mia percezione - cercato di dialogare con gli Italiani che la pensano in modo differente. Esempio? I temi della flessibilta' nel mercato del lavoro non sono MAI stati SPIEGATI al cittadino. Come risultato, ho amici che rifiutano lavori estivi altamente professionalizzanti solo perche' sono contratti a tempo determinato di 3 mesi. Per eradicare un certo tipo di mentalita' autolesionista e' INDISPENSABILE la divulgazione - qualsiasi altra azione politica, seppur eccellente, e' destinata a fallire. 

E' ovviamente anche un fatto di comunicazione. CIOE'. Se io avessi un'amica che mi fa un discorso come quello presentato nell'articolo, non starei certo a spiegarle perche', palesemente, non c'e' niente da spiegare. Alla signora bisogna semplicemente dire: "Cos'e', adesso vai a comprare nei negozi per fighetti fessi che si vantano perche' spendono di piu' facendo shopping?!?". Frasi del genere insegnano piu' di mille elucubrazioni.

Chiaro che questioni meno ovvie e piu' spinose, come la sopracitata flessibilita' del mercato del lavoro, non possono essere spiegate tramite battute a effetto... Ma comunque sia, quali sono oggi le forze politiche e sociali che intendono insegnare paradigmi nuovi al popolo?