Titolo

Abbiamo ciò che meritiamo

4 commenti (espandi tutti)

  Sono perfettamente d'accordo con Doctor Franz. Inorridisco ogni giorno nel sentire nei giornali TV le interviste a persone scelte a caso, che - sistematicamente - inveiscono contro lo Stato che è "assente" e che dovrebbe intervenire in ogni circostanza. Secondo molti italiani lo Stato è il Padre che dovrebbe occuparsi di tutto, e regolare la nostra vita fino nei dettagli. Effettivamente, le speranze sono poche.  

Secondo molti italiani lo Stato è il Padre che dovrebbe occuparsi di tutto, e regolare la nostra vita fino nei dettagli. Effettivamente, le speranze sono poche. 

Eppure qui, e in altri luoghi in Internet, ce ne sono tanti che la pensano diversamente. Sono tutti virtuali? O sono effettivamente così pochi da non avere speranze? Se fosse così, meglio radunarsi in un posto, un po' come pensava Sorens del FSP  (:-o

Che siano (siamo) davvero in tanti nutro serissimi dubbi.

Attento a non farti influenzare da queste "pericolosamente sovversive" frequentazioni mediatiche, che possono illudere ma non rispecchiano la composizione del mondo reale.

Chissà, forse aveva ragione quel tizio - solo su questo, eh! - a ritenere che le avanguardie debbano guidare le masse ma, francamente, io non imbraccerei il fucile ..... :-)

Secondo molti italiani lo Stato è il Padre che dovrebbe occuparsi di tutto.

E' la mentalita' del servo della gleba ai tempi del Feudalesimo. Protezione completa garantita da chi ha potere, con implicito asservimento in cambio. Si tratta di un modo di pensare che mette abbastanza d'accordo il parco buoi dei sudditi con i feudatari della Casta, e che e' causa ed insieme effetto dell'arretratezza economica e civile dell'Italia.