Titolo

Abbiamo ciò che meritiamo

1 commento (espandi tutti)

Lo sconfinamento nell'eccesso lo valuta un'altro imprenditore che vi vede una opportunità di guadagno!

Ma chi è che dice che è il "consumatore a regolare" il prezzo?? Su quali elementi si dovrebbe fondare questa teoria?

E' semmai la concorrenza ad indurre la mitigazione del prezzo!

Precisando che il prezzo di vendita è strettamente collegato alla volontà della Persona che cede i suoi beni, e solo ella può stabilire quanto valga il bene che cede, tanto quanto sarà l'acquirente a stabilire se è disposto a pagare quella cifra per quel bene. Importo, lo ricordo, che è in estrema sintesi la contropartita per aver ceduto una quota della propria vita in forma di lavoro.

So che fare queste precisazioni dovrebbe non servire a chi si intende di economia (e sicuramente qui c'è gente che se ne intende più di me), ma sta proprio qui il punto: la mancanza di una (magari banale) diffusione dei concetti di libero mercato e di rispetto della volontà della Persona, per quanto elementari possano apparire, è la chiave del problema. Come è difficile pretendere il raziocinio da parte di un popolo che crede nelle divinità del tuono e nella cura affidata agli stregoni, altrettanto è difficile con gente che al massimo viene educata dai dogmi teocratici che ancora oggi faticano a capire il senso profondo del rispetto della volontà della Persona.