Titolo

Abbiamo ciò che meritiamo

2 commenti (espandi tutti)

Io credo che la signora avesse ragione e buon senso

Certo. Del resto l'economia di mercato è sbagliata in sé, dal momento che solo la superiore capacità - anche etica, ça va sans dire - dell'autorità pubblica è in grado di stabilire che cosa sia migliore e di imporre il "bene comune". Tra l'altro sarebbe opportuno che il Grande Fratello decidesse, finalmente, anche il colore e la taglia, uguale per tutti, s'intende: che cos'è questa fregola di scegliere?

non c'é bisogno di scomodare o accusare Lenin o Marx

Naturalmente. Basti tu ad illuminarci con il "Sol dell'avvenire" ...... :-)

In Italia uno direbbe che il centro commerciale aveva forse seguito i prezzi in Lire mentre l'altro esercizio commerciale forse aveva adottato la tecnica del ritocco/raddoppio in Euro. Possibile e forse probabile.

Ancora oggi? Solo se totalmente ignorante oppure in malafede ..... :-)

In conclusione: non so se ridere o piangere. Davvero.

 

Non ho né parlato di ladri, né di economia di mercato di cui tutti si riempono la bocca, né di morale. La signora ha invece, ripeto semplicemente, dato del "ladro" ad uno che cerca di appropriarsi del surplus del consumatore. La nozione di surplus del consumatore é una nozione economica diversa da consderazioni di costo e mark up, ma fa parte dell'economia cosi' detta di mercato.Certo che se quest'appropriazione dovesse avvenire con metodi illegali o ingannevoli, allora si' che il commerciante é probabilmente un ladro. Sottile distinzione che la signora ed altri qui non hanno apprezzato.