Titolo

Università di serie A e di serie B?

2 commenti (espandi tutti)

Io penso che diciamo quasi le stesse cose dando solo peso diverso ai vari concetti. Non ho scritto che il 3+2 sia "sbagliato"; anzi lo trovo giusto in linea di principio, pur criticando la "rigidità". Del pari, ho detto che il fallimento del 3+2 è dovuto in gran parte alla sua realizzazione. Mi sembra tuttavia indispensabile stabilire dei percorsi didattici "selezionati" per combattere l'abbassamento del livello, sul quale siamo d'accordo in molti. Una via adatta può essere quella indicata da FT. "curare il problema degli abbandoni" è una araba fenice inseguita da tanto tempo: nessuno sa come la si possa prendere.

Io penso che diciamo quasi le stesse cose dando solo peso diverso ai vari concetti.

Effettivamente direi che e' cosi' e mi fa piacere.

"curare il problema degli abbandoni" è una araba fenice inseguita da tanto tempo: nessuno sa come la si possa prendere.

All' MIT hanno introdotto nuovi metodi di insegnamento della Fisica per matricole, riducendo i fallimenti dal 12% al 4%, vedi At M.I.T., Large Lectures Are Going the Way of the Blackboard. Se si vuole, se ci si ingegna, si ci sono i corretti incentivi per farlo (qualcuno che ti premia se ottieni buoni risultati, o piu' studenti paganti che si iscrivono alla tua universita' o uno Stato che abbia un minimo interesse a spendere bene i soldi dei contribuenti), i risultati sono possibili.  Il problema ultimo e' che in Italia a parte qualche bella parola e il fastidio per alcune scudisciate ricevute in sede UE, non interessa concretamente quasi a nessuno che l'istruzione superiore sia accessibile, che i soldi pubblici non vengano sprecati da studenti che fanno N anni di universita' senza concludere con una laurea utile e cosi' via. Anzi, alcuni incapaci di andare al di la' del modello superfisso sono perfino favorevoli al fatto che l'istruzione superiore sia inaccessibile o comunque difficile ed arcana per le masse.