Titolo

Università di serie A e di serie B?

1 commento (espandi tutti)

Giusto partire dalla parte "di serie B" dell'università italiana. Tutti i ritardi e molti abbandoni costituiscono uno spreco intollerabile di risorse umane e finanziarie. Gli insegnamenti devono essere indirizzati agli studenti reali, non a quelli immaginari provenienti da licei immaginari. Non esistono i bei tempi antichi. Non si impara nulla raddoppiando il tempo per conseguire una laurea con la strategia di memorizzare (senza capire) quanto serve a passare un esame alla volta, per poi dimenticare tutto prima di passare all'esame successivo. Penso però che per le facoltà di medicina si debba fare un discorso diverso. Ho scritto già qualcosa a questo riguardo. Si trova in: http://cnu.cineca.it/nazionale06/11054.pdf