Titolo

Ahi serva Italia

1 commento (espandi tutti)

Michele, il titolo del tuo pezzo mi ha fatto venire in mente un libro intervista di
un mio lontano parente, che molti lettori di questo blog dovrebbero conoscere (almeno
di nome). Secondo lui discutere di destra e sinistra ai tempi di berlusconi e’
come parlare di politica con Al Capone. Non voglio quindi argomentere in un’ottica
utilitaristica se sia meglio far perdere la casta peronista o la casta comunista.
Ho un’idea diversa dalla tua e, se riusciro’ a farlo in modo convincente,
provero’ ad argomentarla altrove.

Per ora, dato che appunto e' troppo difficile ragionare
compiutamente su quelle che sarebbero le conseguenze di una miracolosa vittoria del
PD o di un trionfo Berlusconiano, mi affido a considerazioni di natura morale.
Nonostante le due caste siano entrambe in evidente stato di putrefazione, non credo che
VW assumerebbe mai un individuo
del genere
. Il programma di Berlusconi e’ chiaro e lo e' sin dal 94: salvaguardare
il patrimonio, mantenere le televisioni ed evitare i problemi giudiziari. Per
raggiungere questi obiettivi credo che il personaggio, come la sua storia
dimostra, sarebbe disposto a fare qualsiasi cosa.

Conclusione: finche’ il leader di centro sinistra non sara’
qualcuno disposto ad assumere un boss mafioso pur di salvare la roba o il
potere, io continuero’ a votare per l’alternativa piu' realistica al ritorno di chi qualcuno ha
definito come il mafioso
di Arcore
.