Titolo

Il liberismo non è di sinistra.

1 commento (espandi tutti)

appassionato quanto me di questi temi, dice che la "mia" eguaglianza di base è una priorità per la sinistra, mentre per la destra può non esserlo. Giusto.

La questione, per il poco che vale, nella mia prospettiva è allora questa: il liberismo è compatibile con il perseguire l'eguaglianza di base come priorità (rispetto ad altri obiettivi politici pure importanti e da perseguire)? La risposta è empirica e può variare a seconda di circostanze e contesti storici. Il mio punto è che non vi è ragione di ritenere generalmente incompatibili liberismo ed eguaglianza di base. Anzi, nel contesto attuale, specialmente in Italia, ho pochi dubbi che politiche liberiste avrebbero come effetto una maggiore eguaglianza di base, cioè più (occasioni di) prosperità per buona parte delle classi inferiori, a cominciare dagli immigrati - insieme ovviamente a svariati altri effetti positivi. Niente di nuovo ovviamente per chi frequenta nfa.