Titolo

Un volgare despota medievale

1 commento (espandi tutti)

quoto: ma veramente pensa D'Alema che Libero o il Giornale non ci si sarebbero buttati a pesce sulla notizia se non l'avesse fatto La Stampa?


Io penso che D'Alema avesse ragione a pensarlo... la piaggeria dei nostri giornalisti verso il potere è praticamente illimitata (e, appunto, nessuno ha difeso il povero inviato de La Stampa). Del resto, la stampa di "destra" (ma che differenza fa?) non si è mai accanita particolarmente contro D'Alema fino a tempi relativamente recenti, quando le responsabilità di governo ne hanno fatto un bersaglio troppo facile per essere evitato. Non dimentichiamo che rimane "il politico di centrosinistra più stimato dal centrodestra" e ti ho detto tutto.

 

quoto: È tutto veramente molto triste. I maggiori schieramenti producono
personaggi di punta che sono ethically challenged e intellettualmente
mediocri.

Però rappresentano bene l'Italia. La nostra democrazia ha questo di buono, che c'è una buona saldatura tra società civile e classe politica. Anticipo l'ondata di sdegno: se così non fosse, già da 15 anni sarebbe nata una nuova forza politica davvero diversa che avrebbe conquistato la maggioranza in Parlamento, la visione economica di stampo anglosassone si sarebbe affermata. Invece, dopo Tangentopoli è nata Forza Italia, e il suo liberalismo economico che si concretizza nella libertà di evasione fiscale. Dall'estero ci studiano come un caso; però il modello Berlusca piace ai politici stranieri, che ne imitano le parti più efficaci. Alla fine abbiamo fatto un danno planetario...